Calcio, Eccellenza/B. Scontro salvezza per la Jonica. Sul neutro di Letojanni arriva il Città di Rosolini

La Jonica è chiamata all’esame salvezza. Domani, sul neutro di Letojanni, i giallorossi affronteranno il Città di Rosolini in quello che può essere definito, a tutto gli effetti, lo scontro per non retrocedere. I ragazzi di mister Moschella, infatti, occupano la penultima posizione in classifica a quota 14 punti, ex equo proprio con i siracusani. I quali, dal canto loro, metteranno in campo tutte le forze a disposizione e venderanno cara la pelle. Battere la Jonica, vorrebbe dire fare un importantissimo balzo verso la permanenza nel girone B del campionato di Eccellenza siciliana. Stesso discorso vale per la squadra del presidente Carmelo Saglimbene che, dopo il sonoro 3-0 rimediato sette giorni addietro sul campo del Biancavilla, non può più permettersi passi falsi. Si, perché la Jonica ha già fallito l’altro scontro diretto, quello con il Real Aci terminato 1-1, e non può permettersi di sbagliato questo ulteriore match. In settimana, mister Moschella ha svolto dei mirati allenamenti. Il clima nello spogliatoio è certamente teso. Si capisce l’importanza della gara contro il Città di Rosolini e tutti, giocatori e staff, sanno che la partita di domani rappresenta l’ultima occasione per non veder sfumare definitivamente il sogno salvezza. Un sogno che, ad onor del vero, è diventato quasi un incubo. La Jonica, infatti, dopo la trionfale cavalcata della scorsa stagione, che gli è valsa la promozione in Eccellenza, ha disputato un campionato altalenante. Abbastanza buone le prime giornate, poi qualcosa ha iniziato a non andare per il verso giusto. I giallorossi hanno palesato numerosi problemi, soprattutto per quanto riguarda la difesa che, spesso e volentieri, non è riuscita ad essere incisiva facendo incassare ai santateresini numerosi gol. Ma anche in attacco le cose non sono andate meglio. I ragazzi di mister Moschella, infatti, hanno segnato relativamente poco, palesando una netta difficoltà a trovare la via della rete. Certo, l’infermeria spesso piena ed alcuni giocatori che sono andati in campo non al meglio della forma, hanno sicuramente inciso sull’andamento della stagione, ma sta di fatto che adesso la Jonica non può più sbagliare. Ed il match di domani rappresenta, per entrambe le squadre, la cosiddetta “prova del nove”. Non si può fallire, non si possono commettere passi falsi e, soprattutto, non si possono più lasciare punti per strada. Alla Jonica mancherà, ancora una volta, il sostegno del proprio pubblico. Nelle gare precedenti, a causa della chiusura, per mancanza della licenza di Polizia di Stato, dell’impianto santateresino, adesso perché si gioca sul neutro di Letojanni, a causa dei lavori di ammodernamento, prenderanno ufficialmente il via lunedì, del “Comunale” di Bucalo. Fischio d’inizio, dunque, fissato alle ore 15, agli ordini del signor Salvatore Marco Testaì che sarà coadiuvato dai guardalinee, Giuseppe Minutoli e Cristina Lunelio.

Leave a Response