Taormina. Bruno De Vita ha deciso: appoggerà Mario Bolognari

TAORMINA. Mario Bolognari, a 15 giorni dal voto, incassa un altro sostegno: è quello di Bruno De Vita e del gruppo che a lui fa riferimento. L’attuale presidente della Rete Fognante ed ex presidente di Asm, si schiera con la lista “La Nostra Taormina” e nel dare comunicazione dell’alleanza con Bolognari evidenzia “la condivisione di moltissimi punti programmatici indispensabili per il rilancio dell’azione amministrativa”.  “Al termine di un percorso costellato di delusioni e tradimenti ma ricco di rapporti umani e condivisione di idee e progettualità- si legge in una nota diffusa da De Vita -, dopo il fallimento di ogni tentativo di rendere competitiva la lista denominata “Taormina Perla dello Jonio” e poi l’accordo con Raneri, il gruppo “Taormina Futura”, dopo una serie di incontri e ragionamenti, centrati principalmente sulla possibilità di affrontare i problemi della città e quindi sulle soluzioni programmatiche, sugli obiettivi progettuali e sulle scelte da compiere, nelle scorse ore ha maturato una decisione riguardo la scelta del candidato sindaco da sostenere alla prossime elezioni amministrative in programma il 10 giugno. “Taormina Futura ha scelto Mario Bolognari e la sua lista “La nostra Taormina” – si legge nella nota di De Vita – con la quale si condivide l’esigenza di proporre alla città un progetto dove esperienza ed innovazione, competenza e cambiamento si fondono per disegnare un futuro di sviluppo sostenibile.

Moltissimi infatti i punti programmatici condivisi, ritenuti indispensabili per il rilancio dell’azione amministrativa, tra questi
1. Politica di contenimento e razionalizzazione dei costi
2. Politica di sostenibilità ambientale e revisione dello strumento di programmazione urbanistica;
3. Pianificazione della viabilità ed avvio ZTL, puntando alla progressiva pedonalizzazione del centro storico;
6. Immediata chiusura del percorso di liquidazione dell’ASM e ritorno ad una gestione di rilancio e sviluppo, nell’ottica di rafforzamento del ruolo di “multiservizi”
7. Potenziare i servizi alla persona ed alle fasce deboli della popolazione;
8. Applicare negli uffici comunali i principi di trasparenza, programmazion

9. Immediata chiusura del percorso di liquidazione dell’ASM e ritorno ad una gestione di rilancio e sviluppo, nell’ottica di rafforzamento del ruolo di “multiservizi;
10. Centralità delle azioni volte a determinare sviluppo nel settore del turismo e destagionalizzazione”

 

Leave a Response