Nizza di Sicilia. Ragazzi down protagonisti: inaugurata la sede ionica dell’Aipd

NIZZA DI SICILIA. Tra emozione ed entusiasmo i ragazzi speciali hanno tagliato il nastro tricolore per inaugurare la nuova sede jonica dell’Aipd (Associazione italiana persone Down) Milazzo-Messina. Una realtà importante che sarà punto di riferimento nella provincia di Messina per tutti i ragazzi con sindrome di down, nata grazie all’Amministrazione comunale che ha messo a disposizione i locali del palazzo già adibito come Museo del Risorgimento in via Umberto I°.Tanti i progetti e le attività che saranno svolte dall’associazione con il prezioso contributo di tanti volontari: gli obiettivi sono quelli di tutelare i diritti delle persone con la sindrome di down e favorirne lo sviluppo fisico e mentale, contribuire al loro inserimento scolastico e sociale a tutti i livelli, sensibilizzare sulle loro reali capacità, divulgare le conoscenze sulla sindrome. Presenti all’inaugurazione i sindaco di Nizza di Sicilia Piero Briguglio, di Alì Pietro Fiumera, di Furci  Sebastiano Foti e di Fiumedinisi Giovanni de Luca. Hanno partecipato anche consiglieri ed assessori di altri centri della riviera jonica. E’ stato poi il momento dei ragazzi speciali, protagonisti di balletti e recite: il loro impegno e la loro voglia di fare sono stati ricompensati dagli applausi dei tanti presenti all’inaugurazione. Ad allietare la serata anche il gruppo folk Canterini di Melino Romolo.L’apertura della nuova sede Aipd di Nizza di Sicilia ha una forte valenza sociale: fino ad oggi, infatti, i tanti ragazzi speciali della riviera ionica sono stati costretti a recarsi alla sede di Milazzo per partecipare, solo sporadicamente, alle attività a causa della distanza. Da oggi per loro sarà tutto più semplice: avranno un’opportunità in più per partecipare ai progetti promossi dall’Aipd e potranno farlo a pochi passi da casa. Una possibilità che era dovuta, ai ragazzi e alle loro famiglie che quotidianamente seguono con amore e assoluta dedizione il percorso di vita, non sempre facile, dei loro figli. “I nostri ragazzi sono felici di questa nuova realtà – dice una mamma – finalmente avranno un punto di riferimento nella zona ionica. Loro sono una fonte inesauribile di energia e gli basta davvero poco per divertirsi, sarà sufficiente stare insieme e condividere”. Entusiasta il presidente Aipd Franco Caizzone: “Questa sede ha valenza sociale fortissima – commenta – poiché ci darà l’occasione di intraprendere un percorso mirato all’autonomia dei ragazzi. Organizzeremo dei corsi di cucina e di inglese. L’obiettivo più importante – conclude – è quello dell’inserimento lavorativo e a Milazzo le imprese ci stanno dando ragione: attualmente uno dei nostri ragazzi speciali lavora in un bar come  banconista e aiuto pasticcerete, un altro invece è assunto con contratto annuale nella mensa della raffineria di Milazzo”. Il sindaco di Nizza Briguglio commenta così l’apertura della sede: “Mettendo a disposizione i locali, abbiamo fatto quello che era nelle nostre possibilità. L’impegno sociale dell’Amministrazione deve essere concreto. Siamo orgogliosi di averlo fatto, sono orgogliosi tutti i nizzardi”. Da oggi dunque inizia una nuova vita per i ragazzi con sindrome di dowm. Una vita fatta di possibilità, opportunità e che, soprattutto, guarda al loro futuro.

Leave a Response