Pallavolo, serie B2: Villa Zuccaro-Schultze S. Teresa ospita l’Ultragel Palermo dell’ex Composto

SANTA TERESA DI RIVA. Riprende il cammino della Villa Zuccaro Farmacia Schultze S. Teresa che ospita la Ultragel Palermo nella prima di ritorno del campionato di B2 femminile. L’appuntamento è per domani alle 18 al Palabucalo.  La compagine palermitana è reduce da un filotto di vittorie e si è portata a ridosso della zona play off dopo un inizio critico. Adesso si trova due punti dietro la formazione santateresina che con 26 punti occupa ex equo la quarta posizione in graduatoria a due lunghezze dal podio ed a cinque dalla vetta. Atteso con piacere il ritorno a S. Teresa di Ambra Composto, giocatrice di punta dell’Ultragel, protagonista assoluta di due promozioni in riva allo jonio ed indimenticato idolo della tifoseria locale. Sono state due settimane di intenso lavoro per le biancazzurre che si sono sottoposte alle attente “cure” di coach Gagliardi, il quale cercherà di tirare il meglio dal roster a disposizione privo ancora per un po’ di tempo del libero titolare Federica Pietrangeli.  Potrebbe essere proprio il lavoro del tecnico pugliese il valore aggiunto di una squadra partita alla vigilia con i favori del pronostico derivati dal blasone delle giocatrici ingaggiate dalla neonata società di messinese. Una società che paga lo scotto della matricola e che è pronta a rilanciare la sfida in questo girone di ritorno dove bisogna evitare di compiere gli errori di quello di andata. In sala stampa Floriana Cosentino che sta sostituendo con merito la Pietrangeli nel ruolo di libero e che in allenamento sta raddoppiando l’impegno al fine di mettere in pratica i dettami tecnico-tattici di Nino Gagliardi. “In queste due settimane di intenso lavoro in palestra – ha dichiarato Cosentino – abbiamo acquisito la consapevolezza che il girone di ritorno sarà molto impegnativo. Abbiamo lavorato tanto – ha aggiunto – perché sappiamo quanto siano importanti i punti in palio da qui alla fine del torneo. Palermo è una gran bella squadra e non dobbiamo abbassare la guardia e quindi dobbiamo alzare il livello tecno-fisico delle nostre prestazioni. Faremo del nostro meglio, sempre”.

Leave a Response