S.Teresa. Fecero esplodere petardo, i responsabili confessano la “bravata”

Era il 14 luglio scorso quando intorno alle due di notte ignoti lanciarono un petardo davanti al portone di un palazzo all’altezza di via Del Traffico a S.Teresa di Riva. L’esplosione colpì un cassonetto oltre a danneggiare il portone. A distanza di 10 giorni gli autori del gesto si sono recati dai Carabinieri della locale stazione si tratta di alcuni giovani che hanno ammesso la “bravata” e si sono detti pronti a risarcire il danno causato. Dell’episodio se ne parlò a lungo ed emersero anche dei collegamenti con alcuni abitanti del palazzo. E sembra sia stato proprio il clamore mediatico ad aver convinto i giovani ad ammettere le proprie responsabilità presentandosi spontaneamente alla Stazione dei Carabinieri. Stando a quanto hanno raccontato i ragazzi la sera del 14 luglio si trovavano di passaggio in quella via e occasionalmente avevano lanciato quel petardo. Nei giorni successivi hanno notato che la notizia era apparsa su giornali e su siti internet, e quel gesto stava assumendo dimensioni abnormi. Da li la scelta di confessare il gesto. L’esplosione del petardo fu udita in tutta la zona ma fortunatamente non provocò danni, a parte la rottura della vetrata sopra il portone, il danneggiamento di un vaso in plastica e un bidoncino della raccolta differenziata andato in frantumi.

Leave a Response