S. Teresa. Sabato l’inaugurazione della “casa dell’acqua”

S. TERESA – Si svolgerà sabato 19 marzo alle ore 11 l’inaugurazione della “Casa dell’acqua”. Si tratta di un sistema di distribuzione automatico di acqua microfiltrata, purificata e sterilizzata. La “Casablu” è stata installata nella piazzetta Borgo Marino sul lungomare. L’obiettivo del progetto non è solo quello di offrire un bene primario come l’acqua ad un prezzo vantaggioso ma è anche quello di favorire l’uso del vetro a discapito della dannosa bottiglia di plastica.
Il distributore prevede un funzionamento di 24h/24h dando la possibilità ai cittadini “residenti e non” di prelevare acqua batteriologicamente controllata attraverso Uvc a qualunque ora.
Si tratta di una struttura dotata di un doppio erogatore, uno per la naturale ed uno per la gassata, attraverso cui gli utenti, rispettando l’ordine di arrivo, potranno prelevare contemporaneamente le due tipologie di acqua.
Per accedere al servizio di distribuzione automatica, sarà necessario acquistare una card ricaricabile, che basterà avvicinare al punto di richiamo per attivare l’erogazione e dalla quale viene detratto il costo corrispondente alla quantità prelevata. Non è previsto alcun pagamento diretto attraverso moneta sul distributore. Per acquistare la card è necessario recarsi presso gli esercizi convenzionati con la ditta, ovvero presso Tabacchi Latto in via Regina Margherita n. 427 e Tabacchi n.2 Scavitto in via Regina Margherita n. 291.
La card ha un costo di attivazione pari a 5 euro con 3 euro di credito. I cittadini dovranno portare con sé un documento d’identità ed il codice fiscale poiché al fine del rilascio della stessa è necessario compilare un modulo con i propri dati.
Soddisfazione è stata espressa dal vicesindaco Danilo Lo Giudice che invita tutta la cittadinanza a partecipare all’inaugurazione. “Si tratta – afferma Lo Giudice – di un’iniziativa che oltre a rappresentare un ottimo servizio, anche economico, influirà positivamente sull’ambiente grazie al minor quantitativo di plastica prodotto, quindi minore quantità di rifiuti da smaltire, minor inquinamento atmosferico derivante dai trasporti e acqua a km 0. Il funzionamento, prosegue il vicesindaco, è molto semplice ovvero con la card, reperibile nei punti convenzionati, sarà possibile prelevare acqua naturale al costo di €0,04 e frizzante a €0,06 al litro. Grazie ai sistemi di microfiltraggio e sterilizzazione, la nostra sorgente ci darà acqua controllata, economica e ottima da bere”.

Leave a Response