S.Teresa. “Carnevale dello jonio”, in migliaia a sfilare per le vie del paese

S.TERESA DI RIVA. Allegria, suoni, colori e musica. Anche quest’anno, nonostante il tempo capriccioso, l’atmosfera magica del “Carnevale dello jonio” ha catturato migliaia di visitatori provenienti da tutta la provincia. Corso Regina Margherita e via Francesco Crispi sono state invase da grandi e piccini che sfilavano dietro i carri allegorici. La sfilata è stata aperta da “I Tarigghiari comic band” di Itala e dal gruppo “Frozen il Regno di ghiaccio” (Servizi per l’infanzia Doremì). Il primo carro ad immettersi sul corso è stato quello proveniente di Furci: “Abbiamo toccato il fondo”, organizzato dalla Pro loco. Ha fatto seguito “La vita è un carnevale…Brasile” del quartiere Bucalo, quindi “Sognando i Caraibi” del quartiere Sacra Famiglia, “Lupin, un mondo di ladri del gruppo Sparagonà-A18 ed infine il carro “Urlo alla vita” di Barracca. Per la sedicesima edizione del “Carnevale dello Jonio” il Comune di S. Teresa ha previsto una spesa complessiva di 41mila euro. Attimi di apprensione si sono registrati all’inizio della sfilata, quando un bambino si è perso. Non riuscendo a trovare i genitori si è avvicinato ai carabinieri che si sono prodigati per ritrovare papà e mamma. Disavventura a lieto fine. Una persona è invece rimasta ferita all’incrocio “Barracca”, investita da un’auto. Il malcapitato è stato trasportato in ambulanza all’ospedale S. Vincenzo. Nulla di grave. “Siamo orgogliosi, in un periodo sicuramente difficile – commenta il vicesindaco, Danilo Lo Giudice – di aver dato vita ad un Carnevale degno di questo nome, che ha attirato nella nostra cittadina tanti visitatori”. Domani si replica, con il percorso inverso e festa finale al Palabucalo.

Leave a Response