Mongiuffi, con la processione Eucaristica hanno preso il via le celebrazioni per la Madonna della Catena

Hanno preso il via ieri sera, presso il santuario di contrada Fanaca a Mongiuffii Melia, i solenni festeggiamenti in onore della Madonna della Catena che, annualmente, viene celebrata la prima domenica di settembre. Una devozione molto sentita, quella verso la Vergine della Catena, che richiama nel piccolo centro della valle del Ghiodaro tantissimi fedeli, provenienti non solo da Mongiuffi Melia, ma anche da altri paesi della riviera jonica, in modo particolare da Trappitello, Giardini Naxos, Taormina e Castelmola, e dalla vicina provincia di Catania. Tutti, infatti, si ritrovano ai piedi della Madonna della Catena per chiedere una grazia e per venerarla. Numerosi, in questi giorni di festa, sono i pellegrini che si stanno recando al santuario di contrada Fanaca. Chi in macchina, chi in autobus e chi, addirittura, a piedi. Qualsiasi sacrificio, se fatto per Santa Maria della Catena, non pesa e viene fatto col cuore pieno di gioia. Ed è proprio questa l’aria che si respira nei dintorni del santuario dove, fra i canti intonati dai devoti e le candele accese, ieri sera hanno preso il via le celebrazioni. Alle 18.30, infatti, è stata officiata, da padre Giuseppe Brancato, direttore della Caritas diocesana, una Santa Messa con il rito dell’unzione degli infermi, alla quale hanno preso parte anche alcuni membri dell’UNITALSI. Terminato il sacro rito, ha preso il via la solenne processione Eucaristica che si è snodata lungo le vie limitrofe il santuario della Madonna della Catena. Oggi, invece, la giornata è stata aperta della celebrazione di una Santa Messa, alle ore 8. Alle 9 ha preso il via il pellegrinaggio dei fedeli dalla chiesa parrocchiale di Mongiuffi, dedicata alla Madonna del Carmelo, fino al santuario dove all’arrivo è stata officiata una Santa Messa. Ha presieduto padre Alessandro Marzullo, parrocco di Mongiuffi e del vicino centro di Gallodoro. Nel corso del pomeriggio, invece, vi è stata la possibilità di omaggiare il simulacro di Santa Maria della Catena, posto sopra l’altare maggiore, e di accostarsi al rito della confessione. Alle 20 è in programma la recita dei vespri, mentre alle 21 sarà celebrata una Santa Messa. Intorno alla mezzanotte, invece, è previsto l’arrivo dei pellegrini di Giardini Naxos che saranno accolti con una Santa Messa. Nel corso di tutta la notte, inoltre, tantissimi saranno coloro che si recheranno nel santuario di contrada Fanaca per rendere omaggio alla Madonna e chiedere una grazia. Un lento incidere che si concluderà solo alle prime luci dell’alba di sabato. Alle 5, infatti, sarà officiata la prima Santa Messa della giornata. Alle 7.45, invece, si svolgeranno le lodi alla Vergine della Catena, mentre alle 11 è in programma la Santa Messa solenne. Presiederà Monsignor Pio Vittorio Vigo, arcivescovo emerito di Acireale. In serata, al termine della Santa Messa delle 20.15, prenderà il via la processione con la statua della Madonna della Catena. Il corteo, che si snoderà lungo le vie limitrofe il santuario, si concluderà con il rientro in chiesa del simulacro che sarà salutato da uno spettacolo pirotecnico. Domenica, giorno della festa, alle 11 del mattino, l’arcivescovo di Messina, Monsignor Calogero La Piana, officerà una solenne funzione Eucaristica. Nel pomeriggio, alle 18, prenderà il via la processione con la quale i fedeli riaccompagneranno nella chiesa parrocchiale di Mongiuffi, la sacra immagine della Madonna della Catena. Il simulacro tornerà nel suo santuario l’1 maggio del 2016. Lunedì, infine, la chiusura dei festeggiamenti. Alle 19, infatti, sarà celebrata, nella chiesa parrocchiale di Mongiuffi, una Santa Messa, a cui farà seguito la processione della statua della Vergine lungo le vie del paese.

FRANCESCO GABERSCEK

Leave a Response