Nizza Sicilia. Incidente sulla A18, camion esce di strada e finisce in una scarpata

NIZZA DI SICILIA – Tragedia sfiorata poco dopo le 12.30 sulla corsia di marcia Catania-Messina, all’altezza dell’abitato di Nizza Sicilia, per un incidente autonomo. La circolazione per otto ore ha subito rallentamenti. A rimanere coinvolto un autocarro, il cui conducente è finito sul guard rail sradicandolo per una quarantina di metri e scivolando poi nella sul terrapieno sottostante. L’incidente si è verificato su un tratto di rettilineo, a qualche centinaio di metri del viadotto ”Landro”, distante poco più di due chilometri dal casello di Roccalumera. Per regolare il traffico e per gli accertamenti tecnici è intervenuta la Polizia stradale di Giardini Naxos. A soccorrere l’autista, Antonio Ingrao, 52 anni, di Termini Imerese, uscito con le proprie forze dalla cabina, sono stati gli stessi agenti della Polstrada. Subito dopo è stata fatta intervenire un’ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito al pronto soccorso del Policlinico. Se l’è cavata bene. I sanitari infatti gli hanno medicato alcune lievi ferite ed ecchimosi ma, per precauzione, è stato trattenuto per essere sottoposto a Tac e ad altri accertamenti clinici. Pare che a causare l’incidente sia stato lo scoppio di uno pneumatico, con conseguente sbandamento del mezzo che è andato ad impattare violentemente sul guard rail. La motrice è finita nella scarpata mentre il rimorchio si è adagiato su un fianco ai bordi della carreggiata. Difficoltose le operazioni di recupero che si sono protratte per oltre otto ore. Impegnata una squadra di operai con due autogru. Ad essere agganciato per primo il rimorchio e dopo qualche ora la motrice. Per consentire che il lavoro si svolgesse in tutta sicurezza, operai del consorzio autostradale e Polizia stradale hanno chiuso per circa un chilometro la corsia interessata all’incidente, consentendo il transito su quella adiacente ma ad intervalli di alcuni minuti. Nonostante questo accorgimento si sono ugualmente formate lunghissime file con inevitabili rallentamenti. La situazione è tornata alla normalità alle 20.

(Nella foto, il recupero del rimorchio)

Leave a Response