Taormina. Carnevale 2015, è scontro tra imprenditori e l’assessore Gioia: “L’amministrazione non ci coinvolge nelle scelte”

Le dichiarazioni dell’assessore al Turismo di Taormina, Ivan Gioia, sul Carnevale non hanno lasciato indifferenti gli imprenditori che , in un primo momento, sembravano intenzionati a dare un contributo di 5mila euro da destinare alla realizzazione dei carri allegorici. La collaborazione tra assessorato al turismo e imprenditori di fatto non si è mai concretizzata. Oggi l’associazione imprenditori per taormina ci tiene a precisare degli aspetti: “Non avendo fondi sufficienti ad organizzare la manifestazione in toto, così come in passato, – si legge nella nota l’associazione aveva deliberato di mettere a disposizione dell’organizzazione la somma di 5.000,00 euro per premiare i primi tre carri e/o gruppi in maschera partecipanti, con l’intento di incentivare i giovani, qualora questo fosse organizzato e promosso in tempo e con decoro. Purtroppo – continua la nota – da parte dell’amministrazione si è persa la norma di interpellare le associazioni di categoria in vista di eventi e manifestazioni, come si è persa per tutte le decisioni prese sul commercio e turismo”. Dunque la mancanza di dialogo sarebbe stata la causa di tutto. Poi Parisi e compagni evidenziano che “L’Aipt, ha sempre collaborato con le varie amministrazioni cittadine che si sono succedute in questi anni compresa quest’ultima. L’associazione – si legge nel documento – si è spesa sopratutto per le iniziative sociali e promozionali, avanzando proposte non solo per il Natale, per la Pasqua e per il Carnevale ma anche per altre occasioni”. Infine dagli imprenditorei un invito chiaro per il futuro: “Sarebbe auspicabile da parte dell’Amministrazione chiedere un confronto con l’Associazione fatto in tempo utile, per avere una sicura e fattiva collaborazione per il bene sociale e commerciale della città, dei cittadini e dei visitatori”.

Leave a Response