S. Teresa. 31enne ai domiciliari per stalking nei confronti della ex

Sembrava una storia d’amore come tante quella tra un trentunenne di Santa Teresa di Riva ed una ventiseienne. Una lunga convivenza iniziata nel 2010 a cui lei, però, ha dato un taglio netto nel 2013, quando gli atteggiamenti vessatori, fisici e psicologici, da parte dell’uomo sono diventati sempre più frequenti. Ma interrompere la relazione non è stato sufficiente. Il suo ex ha continuato a tormentarla, arrivando a pedinarla ovunque e ad entrare ed uscire dalla casa di cui continuava a tenere le chiavi. La giovana donna ha cambiato domicilio, ha cercato di rendersi irreperibile, ma tutto si è rivelato inutile. Lo stalker l’ha più volte aggredita, anche percuotendola. L’ha persino inseguita e bloccata a bordo della sua autovettura. Ha minacciato chiunque cercasse di farlo ragionare, amiche dell’ex comprese. A quel punto lei, disperata, ha chiesto aiuto alla Polizia di Stato. Immediato è scattato nel settembre scorso un primo ammonimento del Questore di Messina. Le successive indagini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taormina sono state risolutive e determinanti per il riscontro delle denunce della donna e per evidenziare gli inconfutabili elementi probatori alla base della misura cautelare emessa oggi dal Gip presso il Tribunale di Messina, dottoressa Maria Vermiglio. L’uomo è stato così arrestato per i reati di lesioni aggravate e atti persecutori dagli stessi poliziotti del Commissariato di Taormina e sottoposto agli arresti domiciliari.

Leave a Response