Taormina. Verso una nuova maggioranza, la prossima settimana vertice decisivo tra gli alletai di Giardina

TAORMINA – Dopo il brusco ed improvviso stop all’attività politica taorminese scaturito dal malore che ha colpito il sindaco Eligio Giardina, a palazzo dei Giurati è tutto pronto per ripartire. E’ stato fissato per la prossima settimana un vertice di maggioranza durante il quale si decreterà il futuro politico di Taormina: i membri della squadra di governo decideranno con quale gruppo d’opposizione dialogare concretamente per ampliare una maggioranza che numericamente non è più tale. Il primo cittadino si è rimesso a lavoro e ha ripreso le fila di una situazione politica complessa che pare comunque destinata a cambiare. Al fianco di Giardina sono rimasti i gruppi Intesa Democratica, Taormina Futura e Taormina 2013. Alleati preziosi, senza dubbio, ma che però non bastano ad avere i numeri in Consiglio. Ecco perché sono state avviate ormai un mese addietro le consultazioni con tutte le forze politiche d’opposizione. Compresi gli ex alleati di “Alternativa 2015” che a gran voce chiedono il ritorno in Giunta di Salvo Cilona. Tante però sono state le richieste, o per meglio dire le condicio sine qua non, avanzate dalle minoranze. I più chiedevano l’azzeramento della Giunta. Ipotesi questa totalmente smentita dal sindaco: “ Al massimo potremo parlare di rimodulazione dell’Esecutivo” – si affretta a chiarire. Scartata dunque la una possibile alleanza con il Pd: i democratici sono stati chiari: azzeramento e nomina di una giunta tecnica sono le pretese per poter avviare un dialogo con la maggioranza. Giardina però ha ben chiara la situazione: bisogna trovar degli alleati. Provare a ricucire lo strappo con i consiglieri di “Alternativa 2015” non sembra impresa facile. Ma niente è escluso: “Nessuna preclusione verso persone o gruppi politici” sottolinea il primo cittadino. Ma prima vengono le convergenze sui programmi solo allora – conclude il sindaco – potremo parlare di accordi politici.

Leave a Response