Taormina. Asm, in Consiglio comunale la relazione del commissario liquidatore

TAORMINA – Asm al centro del prossimo Consiglio comunale di Taormina, convocato dal presidente Antonio D’Aveni per i giorni 3 e 4 febbraio. In aula è attesa la relazione del liquidatore, Agostino Pappalardo, sullo stato finanziario in cui si trova la municipalizzata. «Stiamo andando avanti a buon ritmo – ha spiegato D’Aveni. Abbiamo avuto un momento di stasi dovuto a cause di forza maggiore, ma adesso si andrà avanti». «La relazione sarà abbastanza importante – ha anticipato il Commissario Pappalardo -. Durante i lavori consiliari saranno forniti numeri e indicazioni ed esporrò nel dettaglio il lavoro svolto dal mio insediamento avvenuto nell’ottobre dello scorso anno, anche se questo è facilmente consultabile sul sito ufficiale della Municipalizzata, dove vi sono gli atti formalizzati». Il dibattito si prevede molto acceso. Resta in piedi la richiesta del sindaco, Eligio Giardina, di conoscere se si proseguirà nell’iter pe la liquidazione dell’azienda o si tornerà all’istituzione di un Cda di «stampo politico». L’Asm è un ente cardine a Taormina gestisce funivia, acquedotto, illuminazione pubblica e parcheggi. Proprio in quest’ultimo settore si spinge per rispolverare il vecchio progetto di far pagare il biglietto delle auto attraverso una speciale applicazione sul telefonino. Un’innovazione, questa, il cui iter era stato avviato nei mesi scorsi, ma mai realmente messo in pratica. Sul fronte dell’opposizione si sono registrate le forti proteste da parte del consigliere comunale Nunzio Corvaja, che ha sottolineato la lentezza del Civico Consesso quando all’orizzonte vi sono appuntamenti ritenuti importanti per promuovere l’immagine di Taormina come l’«Expò» di Milano. «I lavori dell’Assemblea cittadina vanno a rilento – ha detto Corvaja -. Si devono inserire argomenti che devono essere affrontati al più presto ed è necessario definire anche piani economici di appuntamenti dai quali Taormina non può esimersi».

Leave a Response