Taormina. Ufficiale: i Salesiani lasceranno la città del Centauro

Taormina dovrà dire addio ai salesiani. Entro l’estate 2015 l’Oratorio di salita Acropoli verrà chiuso. La conferma della imminente fine della presenza salesiana che ha segnato 103 anni di storia taorminese “è arrivata – rende noto Zino Di Bennardo, consigliere ispettoriale degli Ex Allievi salesiani di Taormina – dall’Ispettore regionale don Pippo Ruta”. L’abbandono di una delle case salesiane più antiche della Sicilia rientra nel piano di dismissione generale che comprende, oltre a Taormina, pure Canicattì e San Gregorio. Stando a quanto comunicato dai vertici regionali Salesiani nel 2015 cesseranno la propria attività a Taormina indipendentemente dalla procedura di vendita dei locali in atto. Quindi anche qualora entro l’estate 2015 non dovesse arrivare un acquirente l’istituto taorminese  chiuderà comunque i battenti. “E’ uno scenario che si iniziava a temere da diverso tempo e già dieci anni fa arrivarono le prime voci, che ora purtroppo sono diventate realtà- speiga Di bennerdo- la chiusura definitiva dei locali e la consegna dei medesimi avverrà da qui alla estate 2015. Poi Taormina perderà una parte della sua storia”. La notizia scuote l’intera comunità taorminese che, nonostante la recente vendita del campetto, della scuola e dell’orto di via Don Bosco, sperava in un ripensamento dei vertici regionali della casa salesiana sull’intenzione di lasciare Taormina. Il sentimento di vicinanza al lavoro svolto dai preti salesiani è stato espresso in queste ore dalla comunità taorminese a don Enzo Biuso, attuale direttore dell’istituto che ha operato positivamente avvicinando molti giovani attraverso l’attività promosse dall’oratorio alla fede. E se proprio non di potrà far niente per scongiurare la chiusura dell’istituto, adesso si pensa a cosa poter fare per tenere in qualche modo vivi lo spirito salesiano e gli insegnamenti che i sacerdoti dell’Oratorio hanno dato a intere generazioni di taorminesi per oltre un secolo.

Leave a Response