Roccafiorita, entrati nel vivo i festeggiamenti per la Madonna dell’Aiuto

Roccafiorita è in festa per la Madonna dell’Aiuto. Sono iniziati, infatti, i solenni festeggiamenti in onore della Vergine che, annualmente, viene celebrata l’ultimo fine settimana di agosto. Ieri mattina, dopo la Santa Messa, il simulacro di Maria SS dell’Aiuto, portato a spalla dai devoti, è uscito dalla chiesa dell’Immacolata diretto verso il Santuario di Monte Kalfa, a 1000 metri sul livello del mare. Un momento davvero unico ed emozionante, accompagnato dalle note della banda musicale di Limina, dagli scroscianti applausi dei fedeli che affollavano la piazza e dagli spari di mortaretto che hanno annunciato a tutta la Valle d’Agrò l’inizio della processione. Non sono mancati, inoltre, volti rigati dalle lacrime, invocazioni alla Vergine e tanta commozione. Ad aprire il corteo religioso è stata la bandiera dei combattenti di Roccafiorita i quali, al termine della Seconda Guerra Mondiale, per ringraziare la Madonna di aver loro salvato la vita, decisero di costruire su Monte Kalfa un Santuario dedicato a Maria dell’Aiuto. Tanti i “Ciuritani” che si sono prodigati alla buona riuscita dei lavori. In modo particolare i fratelli Giuseppe e Filippo Manuli che hanno dato l’anima, e non solo, pur di vedere realizzato l’ambizioso progetto. Nei secoli la devozione del popolo di Roccafiorita verso la Madonna dell’Aiuto non si è affievolita, anzi è cresciuta sempre di piu’. Un attaccamento viscerale, un rapporto, quello del “Ciuritano” con la Vergine, stretto e indissolubile come quello di una mamma col suo bambino. Del resto la Madonna per Roccafiorita è questo. Una mamma con la quale condividere tutto e affidarsi a Lei nel momento del bisogno. Ed anche le giovani generazioni sentono forte questo legame, tramandato dai loro genitori. E la festa esprime tutto questo. Un mix di emozioni e sensazioni difficile da spiegare e che si può solo vivere. La processione con la statua della Madonna, dopo aver lasciato il paese ed aver percorso un ripidissima strada, è giunta nel Santuario di Monte Kalfa poco prima di mezzogiorno. Prima dell’ingresso, sul sagrato della chiesa, è stato suonato l’inno di Mameli. Suggestiva ed emozionante l’entrata, accompagnata dalla locale corale che ha intonato il canto devozionale “Mira il tuo popolo”. Una Santa Messa celebrata da padre Agostino Giacalone, ha chiuso l’intensa mattinata di festa. Nel pomeriggio, e fino a notte inoltrata, tantissimi sono stati i fedeli che si sono recati su Monte Kalfa per rendere omaggio alla Madonna. Oggi, sabato 30 agosto, in serata è prevista la processione lungo le pendici del Monte. Domani, domenica 31 agosto, la statua della Vergine dell’Aiuto lascerà il Santuario per fare ritorno in paese. Qui, in tarda serata, è prevista la processione lungo le vie cittadine. Alcune manifestazioni ricreative, offerte dall’amministrazione comunale di Roccafiorita, faranno calare il sipario sull’edizione 2014 della festa in onore della Madonna dell’Aiuto.

Leave a Response