Taormina. Vertenza Asu, sbloccato il pagamento dei sussidi di maggio e giugno

TAORMINA- Il primo accordo è stato raggiunto: l’iter burocratico per il pagamento dei sussidi di maggio e giugno ai precari Asu è stato sbloccato. E’ arrivato nella tarda serata di ieri il via libera al pagamento delle spettanze arretrate dopo giorni di assemblee sindacali e sit- in di protesta davanti all’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro. Una prima battaglia è stata dunque vinta, ma i lavoratori Asu continueranno a lottare per portare avanti il percorso di stabilizzazione. Sono tornati, dunque, a lavoro anche i lavoratori Asu in forza al Comune di Taormina, che nei giorni scorsi avevano occupato la sala consiliare di Palazzo dei Giurati rivendicando il diritto ad un lavoro stabile e retribuito. Già nelle scorse ore i precari Asu utilizzati dall’ente locale taorminese avevano incontrato i presidenti provinciali di Cgil, Francesco Fucile e Uil  Fp, Francesco Costanzo, alla presenza del sindaco  Eligio Giardina. E’ previsto anche un incontro con il Coordinatore Provinciale CSA Regioni Autonomie Locali, Pietro Fotia. Dal primo cittadino era arrivata la rassicurazione che una volta approvato il piano di riequilibrio finanziario dell’ente si provvederà alla stabilizzazione dei precari. Intanto i lavoratori Asu del Comune di Taormina proseguono gli incontri sindacali fuori dall’orario di lavoro per non andare incontro a sospensioni e per non creare ulteriori disservizi bloccando la macchina  amministrativa.

Leave a Response