Catena Fiorello incanta Sant’Alessio Siculo

S. ALESSIO SICULO – L’incantevole giardino di Villa Genovesi, a Sant’Alessio Siculo, ha fatto da perfetta cornice, ieri sera, alla presentazione del libro di Catena Fiorello, dal titolo “Un padre è un padre”. Una serata poliedrica, così come la stessa scrittrice, in cui si è spaziato da argomenti simpatici, e a tratti quasi comici, fino alla trattazione delle tematiche trattate, dall’autrice letojannese, in questa sua ultima fatica. Un folto pubblico, inoltre, ha seguito con attenzione le letture eseguite dalla stessa Fiorello. <<”Un padre è un padre” – ha dichiarato – è un lavoro al quale mi sento profondamente legata, perché ho impiegato un anno per scriverlo. È un’opera delicata>>. Ed usa il termine giusto, Catena Fiorello, perché, nelle pagine del suo lavoro, vengono trattati argomenti di una certa rilevanza, fra i quali la malattia del tumore, l’amore, quello vero che supera tutti gli ostacoli, ma anche l’odio che, come ha dichiarato la stessa scrittrice durante l’incontro di ieri sera, non esiste ed è quanto di più brutto possa provare l’essere umano. E poi il ritratto di Paola, la protagonista del libro della Fiorello, che non ha mai conosciuto il padre e che, a 22 anni, si trova privata anche dell’affetto della madre stroncata da un tumore. E proprio la morte della mamma, lascia a Paola una grande eredità: trovare suo padre e stringere un rapporto con lui. E tutto questo porterà la protagonista ad intraprendere un intrigante viaggio alla scoperta di questa sconosciuta figura. Ma scoprirà anche, dopo mille delusioni, l’amore vero, incontrando Lorenzo. Si innamorerà di lui e vivrà una intensa storia. E così, terrà fede alla promessa fatta alla madre. Non si farà divorare dall’odio e vivrà la vita con le figure più importanti, fra cui si stagliano la nonna e lo zio Antonio, senza rancore. Una bella storia che Catena Fiorello ambienta nella Catania dell’estate del 1982, sopraffatta dal caldo e dalla “febbre” dei Mondiali. Ma, in generale, la Sicilia è la protagonista di questo libro. Il perché è semplice. L’autrice, siciliana doc, ama la sua terra e vuole farla conoscere a tutti. Applausi scroscianti hanno accompagnato la chiusura dell’incontro. Poco prima di andare via, la Fiorello ha salutato i tanti ammiratori ed ha autografato i loro libri. Una serata unica, come ha dichiarato il sindaco di Sant’Alessio Siculo, Rosanna Fichera, che apre un ricco calendario di manifestazioni estive nella cittadina del Capo.

Leave a Response