Taormina. Taglio dei trasferimenti statali, Palazzo dei Giurati perde 1 milione 400 mila euro

TAORMINA- Lo Stato stringe il rubinetto dei trasferimenti agli enti locali, e Taormina perde circa un milione 400 mila euro. I tagli che si prevedono da qui ai prossimi mesi per i trasferimenti statali interessano tutti i comuni ma nel caso di Taormina rendono ancora più difficile il tentativo di scongiurare il dissesto finanziario. Anche in considerazione del fatto che Palazzo dei Giurati ha già comunicato al Ministero dell’Interno e alla Corte dei Conti che dovrà ripianare, nell’arco di dieci anni, un debito di circa 13 milioni di euro. Ritorna in auge, in vista del bilancio da esitare nelle prossime settimane, la soluzione che era stata già ipotizzata mesi addietro di consentire al Comune di riappropriarsi della gestione dei parcheggi Lumbi e Porta Catania, finora affidati all’Asm. Il trasferimento della gestione dei parcheggi assicurerebbe, quindi, al Comune, per il secondo semestre 2014, introiti per 2 milioni 200 mila euro. Ma non è tutto. Le iniziative da portare in Consiglio comunale sono molteplici. Una su tutte: l’aumento della tassa di soggiorno. C’è in discussione il possibile aumento dell’addizionale Irpef dell’attuale aliquota dallo 0,5% allo 0,7%. Attraverso tale misura il Comune, sulla base delle somme accertate per il 2013, si vorrebbe garantire maggiori entrate per circa 225mila euro. Per quanto riguarda, invece, la Tasi gli uffici hanno quantificato per il 2014 una accertamento sulle prime case pari a 585 mila euro. Si pensa, inoltre, di diminuire di 420 mila euro il trasferimento al Consorzio Rete Foganante. Tanta carne al fuoco, la parola passerà al Consiglio comunale.

Leave a Response