Taormina. Paolo Virzì con ”Il capitale umano” guida la corsa ai Nastri d’argento, sabato la cerimonia al Teatro Antico

TAORMINA – Dramma, commedia, melò d’autore: quest’anno guida la corsa ai Nastri d’argento 2014 ”Il capitale umano” di Paolo Virzì (nella foto) con otto nomination, inseguito dal noir comico ”Song’e Napule” dei Manetti Bros. e dal commovente ”Allacciate le cinture” di Ferzan Ozpetek. Entra nella cinquina principale, quella del regista del miglior film, anche Alice Rohrwacher con ”Le meraviglie”. E poi il Nastro dell’anno 2014 tributato a ”La sedia della felicità” al regista Carlo Mazzacurati, scomparso pochi mesi fa. Premi alla carriera per Francesco Rosi, Piero Tosi, Marina Cicogna. Riconoscimento speciale a Ettore Scola per il bel ”Che strano chiamarsi Federico-Scola racconta Fellini”. Sono, comunque, ben 111 i titoli usciti tra il 1° giugno 2013 e il 29 maggio, di cui 42 commedie e 40 opere prime, tra i quali il direttivo del SNGCI, il Sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici, ha selezionato per questa 68esima edizione dei Nastri ben 34 film presenti in selezione, 15 dei quali segnalati anche solo con una candidatura. A decidere i vincitori sarà ora il voto dei giornalisti iscritti al SNGCI. I Nastri, che saranno consegnati nel corso della cerimonia in programma al Teatro Antico di Taormina sabato prossimo, in collaborazione con Taormina Arte, avranno una seconda serata televisiva su RaiUno. Nel corso della serata sarà consegnato a Marco Giallini il “Premio Nino Manfredi”. Ricevono con lui il riconoscimento intitolato a Manfredi, di cui ricorre quest’anno il decennale della scomparsa, anche Claudio Amendola per il suo esordio alla regia nella commedia e Edoardo Leo, al quale la famiglia Manfredi è particolarmente legata non solo da stima e affetto, ma anche da un prossimo progetto teatrale in memoria di Nino.

Leave a Response