S. Teresa. Torrenti sovralluvionati, sopralluogo dei tecnici della Procura

S. TERESA – Proseguono le indagini della Procura di Messina sullo stato di sovralluvionamento dei tre torrenti che insistono sul territorio comunale: il Savoca, l’Agrò e il Portosalvo. In particolar modo, la sezione di Polizia Giudizia del Corpo Forestale dello Stato, incaricata di svolgere gli accertamenti dalla Procura, sta verificando eventuali omissioni da parte degli organi competenti sulla mancata messa in sicurezza dei corsi d’acqua. Dopo aver chiesto una serie di atti, questa mattina gli agenti hanno effettuato un sopralluogo sui tre torrenti, concentrato l’attenzione in particolare sul Savoca che è quello che presenta rischi maggiori di esondazione in caso di piogge alluvionali: nel corso degli ultimi anni, infatti, l’alveo si è sensibilmente innalzato. All’ispezione sono stati invitati a partecipare rappresentanti dell’assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, i responsabili degli uffici tecnici dei comuni di S. Teresa, Furci e Savoca (territori interessati dal passaggio dei torrenti), l’ing. Giuseppe Celi del Servizio di Protezione Civile della Provincia Regionale di Messina, il dirigente responsabile del Genio Civile, ing. Gaetano Sciacca, e il responsabile del Consorzio autostrade sicilane. Era presente anche il sindaco di S. Teresa Cateno De Luca: “La Procura della Repubblica vuol vederci chiaro sulla denunzia da me presentata per il mancato svuotamento del torrente Savoca. Andiamo avanti e pretendiamo che ci diano immediatamente i soldi per la messa in sicurezza del torrente. E’ da oltre dieci anni – ha concluso De Luca – che S. Teresa aspetta i comodi delle autorità preposte: adesso basta”.

Leave a Response