Taormina. Crisi politica, il coordinamento di Avanti Taormina: “Ridiamo la parola ai cittadini”

TAORMINA- “Dire avevamo ragione non ci consola in questo momento buio che Taormina sta attraversando”. Comincia così la nota a firma del coordinamento di Avanti Taormina, che aveva sostenuto Jonathan Sferra alle passate amministrative. “La stagione turistica è appena iniziata e i problemi che attanagliavano la nostra città sono sempre insoluti, senza intravedere all’orizzonte una qualsivoglia soluzione”. “Taormina e con essa i taorminesi – continua la nota- sono totalmente abbandonati a se stessi: il disordine automobilistico regna sovrano, così pure la sporcizia, per non parlare che la sera dopo un certo orario le vie cittadine diventano terra di nessuno”. “La nostra colpa– sostengono i coordinatori di Avanti Taormina – è stata quella di non aver saputo comunicare in tempo le nostre intenzioni ed idee per Taormina. Il programma che abbiamo presentato alle scorse elezioni – continuano i coordinatori -non solo era rivoluzionario sotto tanti aspetti, ma metteva al centro delle priorità la persona e la qualità della vita. Prevedevamo un serio percorso di riduzione dei costi della macchina burocratica a favore dell’abbattimento dell’eccessiva pressione fiscale. Avremmo voluto dare un futuro ai nostri giovani, oggi costretti più che mai ad emigrare all’estero”. Poi i coordinatori di Avanti Taormina ci tengono a togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “Forse bisognava spiegare prima delle elezioni, che i grandi numeri non fanno grandi politici ! Nella politica ci sono solo due strade – continua la nota- fare bene oppure male, ma fare. L’attuale amministrazione si è solo premurata di non fare, e di occupare poltrone a spese dei cittadini, pagando cambiali elettorali, magari con i soldi della tassa di soggiorno e offrendo poltrone, senza voler affrontare i veri problemi della città”. La nota si conclude  con un appello al primo cittadino di Taormina, Eligio Giardina: “Signor sindaco, prenda atto che soltanto una residua parte della sua ex maggioranza la sostiene, e che non resta altro che seguire la strada maestra: ridare la parola ai cittadini”.

Leave a Response