Caso Genovese, M5S: ”Il Pd non vuole l’arresto del deputato messinese prima della tornata elettorale delle Europee”

“I partiti, nella solita difesa a oltranza della casta, continuano a fare melina su Genovese: la sua dote di 18mila preferenze fa troppa gola e lo scandalo dell’arresto di un deputato Pd avrebbe effetti disastrosi sulle consultazioni europee”. Così Paola Carinelli, vice capogruppo alla Camera del M5S e membro della Giunta per le autorizzazione, sul caso del deputato siciliano per cui è stato chiesto l’arresto dalla procura di Messina lo scorso 19 marzo. “E’ già passato più di un mese ed è evidente come tutti, da destra a sinistra, non hanno alcuna intenzione di lasciare che la giustizia faccia il suo corso. Questo perché il Pd vuole arrivare al voto in aula dopo il 25 maggio per non subire gli effetti nefasti di un arresto nelle sue fila in vista delle elezioni europee. Solo il MoVimento 5 Stelle ha chiesto subito che si procedesse, trattando Genovese come un qualunque cittadino”. “Genovese – conclude – se ha un po’ di dignità tolga tutti i suoi colleghi onorevoli dall’imbarazzo e si dimetta, restituendo un minimo di decoro all’istituzione che rappresenta”.

Leave a Response