Alì. Conflitto d’interesse, si dimette il consigliere di minoranza Pietro Ferrante

ALI’ – Si è dimesso il consigliere d’opposizione Pietro Ferrante di ”Continuiamo insieme per Alì”. Ferrante ha dovuto lasciare perché si è trovato in conflitto di interesse in sede giudiziaria per la definizione di un contenzioso con l’amministrazione comunale relativo a un risarcimento danni a favore del figlio minorenne, rimasto infortunato circa un anno e mezzo fa per una caduta in contrada ”Ariella”, che sarebbe stata causata da una mattonella divelta. L’ormai ex consigliere partecipò poi alle elezioni amministrative dello scorso anno con la lista dell’allora e non riconfermato sindaco Carmelo Satta. Il problema conflittuale si presentò successivamente quando la moglie di Ferrante si rivolse ad un legale per ottenere dal Comune una cifra ritenuta da lei congrua. Ferrante, esercitante assieme alla consorte la patria podestà, da quel momento si venne a trovare in contenzioso con l’amministrazione comunale della quale faceva parte seppur con il ruolo di consigliere di minoranza. Da qui l’inevitabile decisione di Ferrante a rassegnare le dimissioni. Al suo posto subentra il primo dei non eletti, Cristina Interdonato, che andrà a dare manforte alle altre tre donne dell’opposizione: Grazia Magazzù, Agata Raneri, e Giusy Pantò. Banchi della minoranza, quindi, in rosa. Un ”primato” per il piccolo centro collinare, con pochissimi esempi non solo nel comprensorio ionico messinese ma anche nel resto della Sicilia

Leave a Response