Taormina. Il sindaco ordina: “Stop alle vetrine oscurate”

TAORMINA – Pugno duro dell’amministrazione taorminese contro i negozianti che oscurano le vetrine del centro storico. Un’ordinanza del sindaco di Taormina, Eligio Giardina, vieta l’apposizione di qualsiasi tipo di carta che oscuri le vetrine dei negozi prevedendo sanzioni amministrative contro gli esercenti che, soprattutto nel periodo di bassa stagione, coprono le loro esposizioni con fogli di giornale impedendo ai turisti, in visita nel centro storico, la visione della merce esposta. Il provvedimento impone agli operatori economici del centro durante il periodo di chiusura dei propri esercizi commerciali, di mantenere illuminate le vetrine, nella stagione invernale sino alle 23,30 e durante la stagione estiva sino all’una e 30. Ai negozianti che violino quanto disposto verrà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria dell’ordinamento amministrativo Enti locali vigente in Sicilia per un importo che va da 25 a 500 euro. I negozianti possono presentare ricorso presso le sedi competenti per territorio, entro il termine massimo di 30 giorni, decorrenti dalla data di notifica dello stesso. Il provvedimento, che sarà notificato all’Associazione “Imprenditori per Taormina”, presieduta da Franco Parisi, e all’Associazione commercianti “Tao.Com”, diretta da Maurizio Vinciguerra, nelle intenzioni, vuole «garantire la libertà di concorrenza secondo condizioni di pari opportunità e il corretto e uniforme funzionamento del mercato, nonché di assicurare ai consumatori finali un livello minimo ed uniforme di condizioni di accessibilità all’acquisto di prodotti e servizi», ma che in realtà mira a rendere più vivibile e presentabile Taormina anche nel periodo di bassa stagione.

Leave a Response