Taormina. Andrea Raneri è il nuovo presidente del Consorzio rete fognante

TAORMINA- Andrea Raneri è il nuovo presidente del Consorzio Rete Fognante. La nomina ufficiale è arrivata dall’assemblea dell’ente consortile che si è riunita ieri nella sede della struttura in contrada Pietre Nere a Giardini Naxos. Nessuna sorpresa, dunque, rispetto alle nomine di sottogoverno proposte dal sindaco di Taormina, Eligio Giardina, qualche settimana fa. Oltre all’elezione di Raneri alla presidenza, sono stati confermati gli altri componenti del cda: Alfio Stefano Scalia, Pippo Russo, Rosario Marino ed Andrea Sciaccca. “Il Consorzio rete fognante – ha dichiarato appena eletto il nuovo presidente del Consorzio rete fognante – punterà al risparmio delle spese ma anche e soprattutto ad ottimizzare la situazione degli impianti”. La riunione oltre a delineare il riassetto dei vertici del consorzio è stata anche un’occasione importante per fare il punto sullo stato degli impianti, il cui futuro appare pesantemente condizionato dal silenzio della Regione alle ripetute richieste di sostegno. Il complesso Pietre Nere non ha un argine ben definito nel tratto che costeggia il percorso fiume Alcantara e necessiterebbe, quindi, di lavori immediati. Un intervento per il ripristino dell’argine con le necessarie opere di tutela, contenimento e protezione è stato chiesto a più riprese anche dalle precedenti gestioni del Consorzio (Manuli e Carpita) ma in ogni caso tutti i tentativi di richiamare l’attenzione dei vari enti preposti sono risultati vani. La situazione di precarietà sussiste ormai dal 2005 e basta un minimo innalzamento del livello delle acque del fiume Alcantara per mettere in seria difficoltà la struttura. Per questo motivo, il neo presidente è intenzionato ad effettuare una trasferta a Palermo, al fine di sollecitare una presa di posizione dei competenti uffici della Regione per mettere in sicurezza gli impianti del Consorzio.

Leave a Response