Nizza. Il 6 febbraio udienza al Cga sul ricorso di “Cambia Nizza”

NIZZA – Sarà discusso il 6 febbraio al Cga di Palermo il ricorso in appello della lista “Cambia Nizza” contro la decisione del Tar che accogliendo l’istanza presentata dalla lista “Libera Nizza” aveva assegnato a quest’ultima i cinque seggi del Consiglio comunale spettanti alla minoranza. Il Tar aveva ribaltato l’esito delle elezioni del 6 e 7 maggio 2012: “Libera Nizza” aveva ottenuto 663 voti, “Cambia Nizza” 665, ma con l’attribuzione delle schede contestate il risultato era cambiato a favore di “Libera Nizza” per un solo voto: 664 a 663. Un solo voto di scarto ma che ha stravolo la geografia del consiglio comunale nizzardo. Fuori i cinque esponenti di “Cambia Nizza” (Carmelo Campailla, Giacomo D’Arrigo, Antonietta Cintorrino, Francesco Briguglio e Alessia Coledi) e dentro i primi cinque più votati della lista “Libera Nizza”: Aurora De Filicaia (che prese 98 voti), Mimma Brigandì (90), Gregorio Carlo (59), Francesco Miceli (56) e Paolo Scalici (47). La lista che sosteneva la candidatura a sindaco di Giacomo D’Arrigo ha però deciso di rivolgersi al Consiglio di giustizia amministrativa, ricorrendo in appello. Sarà quindi il Cga a porre la parole fine sulla vicenda a quasi due anni dalle elezioni amministrative.

Leave a Response