Fiumedinisi. Nonna Grazia spegne 100 candeline. Il paese in festa

FIUMEDINISI – Ha raggiunto il traguardo del secolo di vita, la nonnina di Fiumedinisi, Grazia Famà. E’ stata festeggiata a Fiumedinisi dai figli, nipoi, pronipoti, nuore e generi. Alla cerimonia c’era anche il sindaco, Alessandro Rasconà, il  presidente del Consiglio, Mario Puglisi e alcuni amministratori  fiumedinisani. A nome del Comune, Rasconà, ha donato alla signora Famà una targa ricordo e un fascio di fiori. Donna Grazia,  vedova da più di trent’anni per la morte, nel 1978, del marito Orazio Puglisi, ha avuto altri momenti difficili e grandi dolori per la scomparsa di due figli. Ma non si è persa però, d’animo, reagendo alle avversità della vita. Aiutata dai congiunti, la signora Grazia Famà ha preso in mano la conduzione della famiglia per far crescere nel migliori dei  modi i figli. Ha dovuto lavorare e tanto, la signora Grazia. Adesso trascorre le sue giornate con serenità tra i ricordi della sua gioventù, del brutto periodo della Seconda guerra mondiale, sfollata assieme ai genitori e ai fratelli nelle contrade sperdute della campagna di Fiumedinisi. Guarda la tv  per tenersi informarta e non  disdegna qualche uscita fuori porta. Nonostante l’età avanzata, donna Grazia è ancora capace di affrontare discussioni pure su temi attuali e si scandalizza quando sa di brutte notizie: ”Non c’è chiù munnu”, escalama. Gode ottima salute e non segue  particolari diete e stili di vita.”Non prendo molte medicine ma quelle necessarie per curarmi qualche acciacco dovuto all’età”, dice nonna Grazia. E aggiunge, i ”farmaci d’oggi è vero che allungano la vita ma ti fanno ammalare prima”. Il segreto per arrivare a 100 anni? ”Essere ottimisti e tenere la mente  impegnata. Mi hanno detto che anche l’ambiente è un fattore importante ed  io ho trascorso l’intera esistenza circondata da montagne con acqua e aria incontaminate. E ho mangiato cibi genuini” E la Nutella?  Rimane basita nonna Grazia, e cos’è? Poi riprende: ”Ai miei tempi due fette  di pane con dentro pomodoro o un po’ di zucchero condito con l’oio”. Nonna Grazia è molto cattolica e prima di addormentarsi dice le preghiere e si raccomanda a Dio. La morte le fa paura? ”Alla mia età niente mi fa paura  e poi la morte è uno dei miei ultimi pensieri. Tanto prima o dopo arriverà, magari senza fare rumore. Andarsene per  sempre fa parte delle regole della vita e nessuno può cambiarle”. La signora Famà ha festeggiato il secolo di vita circondata dall’affetto dei suoi numerosi congiunti e parenti in un ristorante della zona. Allo spegnimento della candelina sulla torta, il cielo si è illuminato da una sequela di giochi pirotecnici che nonna Famà, divertita, ha guardato con gli occhi felici di una bambina. Alla nonnina di Fiumedinisi i nostri auguri, con appuntamento al prossimo anno.

Leave a Response