Gli albergatori taorminesi: “Eliminare limite di pagamento in contanti”

TAORMINA – Sebastiano De Luca, presidente di Confindustria Alberghi, e Italo Mennella, presidente dell’ Associazione Albergatori, esprimono la loro soddisfazione e quella degli albergatori taorminesi tutti, circa la proposta di eliminazione del limite di pagamento in contanti dei servizi resi negli alberghi.
L’istanza avanzata dalla Senatrice, Simona Vicari – Sottosegretario allo Sviluppo Economico- sempre disponibile e sensibile ai problemi del nostro settore, anche per l’esperienza maturata durante la sua positiva sindacatura di una Città ad alta vocazione come Cefalù – non può che trovarci pienamente d’accordo con tale iniziativa relativamente alla necessità di estendere il limite per i pagamenti in contanti nelle strutture ricettive, che attualmente non può superare i mille euro.
Occorre, pertanto, che il Parlamento prenda subito atto della proposta avanzata e modifichi con estrema urgenza questa norma iniqua e penalizzante per circa un terzo della clientela italiana e straniera , che preferisce pagare i servizi turistici alberghieri in contanti.
Inoltre, é un grave errore ed è di grande danno per l’economia turistica , continuare ad affermare che l’estensione del limite per i pagamenti in contanti possa produrre evasione fiscale.
Tale farneticante affermazione è priva di ogni logica e non ha alcun riscontro oggettivo. L’unico effetto negativo che produce un simile provvedimento sulla tracciabilità é quello che molti turisti sceglieranno altre destinazioni.
Ci auguriamo che l’autorevolezza della Senatrice Vicari possa fare recepire la sua lodevole ed apprezzabile proposta dal Parlamento, con la dovuta urgente celerità , soprattutto in questo momento di profonda crisi economica e finanziaria in cui versano le Imprese.

Leave a Response