Giardini Naxos. Il grido d’allarme dei precari degli enti locali jonici

GIARDINI NAXOS – Si è svolta nel municipio di Giardini Naxos l’assemblea del personale a tempo determinato dei comuni del comprensorio ionico e della valle dell’Alcantara. L’incontro, particolarmente partecipato dai lavoratori, è stato una occasione per analizzare con la CISL FP e la UIL FPL il sostanziale immobilismo del Governo Regionale ancora impantanato sul problema del precariato dei comuni siciliani ed in evidente difficoltà sul piano economico.
La Regione a tutt’oggi non ha ancora fornito indicazioni chiare operative per stabilizzare o per garantire, nel medio periodo, la continuitá dei rapporti di lavoro, lasciando lavoratori ed enti in balia di notizie contraddittorie o nell’ immobilismo, nonostante il personale precario garantisca quotidianamente importanti servizi ai cittadini, che altrimenti non potrebbero essere resi per le ormai sguarnite dotazioni organiche.
Pur registrando gli impegni assunti martedì scorso in Commissione Lavoro a trovare possibili soluzioni che garantiscano la continuità per tutto l’anno, Orazio Carbone della CISL FP e Francesco Costanzo della UIL FPL, ribadiscono che ciò non appare più sufficiente, né tantomeno tranquillizzante e che risposte serie e conducenti dovranno pervenire dal tavolo tecnico che la Regione si é impegnata a attivare per l’inizio del prossimo mese di maggio.
“Diviene indispensabile – hanno dichiarato i due – il massimo impegno del sindacato a livello provinciale, regionale e nazionale che, coeso con i lavoratori, dovrà evitare che ancora una volta ci si limiti a soluzioni tampone ed estemporanee”.
CISL FP e UIL FPL entro tre settimane valuteranno più incisive azioni in funzione degli sviluppi della vicenda e non tralasceranno di promuovere iniziative di lotta più adeguate all’emergenza

Leave a Response