Roccalumera. Martedì in aula la mozione di sfiducia al sindaco Miasi

ROCCALUMERA  – La mozione di sfiducia al sindaco, Gianni Miasi, approda in aula. Il presidente del Consiglio, Antonio Garufi, ha convocato l’assemblea per martedì prossimo, alle 20, in sessione ordinaria. All’ordine del giorno figura questo solo argomento.
«Non ne ho inseriti altri – sottolinea Garufi – perché sono stanco di riunioni fiume che si protraggono per ore e ore».
La mozione era stata presentata una prima volta dal gruppo «Roccalumera nel cuore» oltre un mese addietro e doveva essere discussa nell’ultima seduta consiliare. I lavori, però, si protrassero dalle 20 alle 3 di notte ed era quello l’ultimo giorno utile previsto dalla vigente normativa per discutere la sfiducia. In virtù di ciò, il gruppo di opposizione «Roccalumera nel cuore», a notte fonda, ha presentato una nuova mozione di sfiducia, con la data aggiornata. Il documento è stato firmato da Giuseppe Campagna, Natia Lucia Basile, Elio Cisca, Ettore Fleres, Marco Maccarrone, Carmelo Spadaro e Andrea Vadalà. Per andare in porto, è necessario che l’approvino 12 consiglieri su 15. Il sindaco, al momento, può contare solo su tre consiglieri. Da un rapido calcolo, il fronte della sfiducia potrebbe arrivare a quota 11 e pertanto mancherebbe l’elemento decisivo.

Leave a Response