Letojanni. L’istituto comprensivo perde l’autonomia. Bocciato il ricorso

LETOJANNI – Il tar ha emesso la sua sentenza: l’istituto comprensivo di Letojanni ha perso la propria autonomia e sarà accorpato a quello di Taormina. A poco sono servite le proteste di genitori, insegnanti e sindaci che avevano presentato il ricorso in cui chiedevano di annullare il decreto di razionalizzazione della spesa scolastica. La bozza del piano elaborata dalla regione dopo le consultazioni con gli organismi scolastici, enti locali e sindacati manteneva l’autonomia dell’istituto letojannese (che contava già 466 alunni), accorpando il plesso della frazione taorminese di Mazzeo. Poi l’inaspettata sorpresa con la pubblicazione del decreto con cui l’assessore regionale aveva incomprensibilmente modificato il documento per consentire a Taormina di mantenere due istituti. Alla base di questo inspiegabile cambiamento secondo molti ci sarebbero delle pressioni politiche e dei giochi di potere che mirerebbero alla strenua difesa del mantenimento dei comprensivi della Città del Centauro. Delusi i genitori degli alunni, gli insegnanti e i sindaci di Gallodoro, Mongiuffi Melia, Limina e Forza D’Agrò che avevano presentato il ricorso. Il tar nella sentenza spiga che sulle prerogative di singole istituzioni, debba prevalere l’interesse all’esercizio “del potere di programmazione e della gestione sul piano territoriale del servizio scolastico, effettuato in base ad un’ottica globale che valuti nel complesso la migliore dislocazione sul territorio della popolazione scolastica”.

Leave a Response