S. Teresa. Un ricorso al Tar mette a rischio l’esito delle elezioni

S. TERESA – Potrebbe essere invalidato il risultato elettorale delle scorse elezioni amministrative. Un ricorso al Tar di Catania, presentato da un cittadino, chiede infatti l’annullamento della tornata elettorale del 6 e 7 maggio scorsi, che sancì la vittoria del sindaco Cateno De Luca. Il ricorso è già stato depositato e per la notifica agli amministratori eletti dovrebbe essere solo una questione di giorni. Il ricorso verterebbe sull’assenza di un documento nel carteggio burocratico a corredo della presentazione della lista “S. Teresa protagonista”, che sosteneva la candidatura a sindaco di Carlo Lo Schiavo. Secondo il ricorrente quella lista non avrebbe avuto titolo a partecipare alla tornata elettorale e quindi il risultato sarebbe stato falsato. Da qui la decisione di rivolgersi al tribunale etneo. L’effetto potrebbe essere devastante perché in caso di accoglimento decadrebbe immediatamente l’Amministrazione comunale. Tutti a casa e Comune commissariato. Il primo a commentare la notizia è il presidente del Consiglio, Danilo Lo Giudice: “Ancora non ci è stato notificato nulla – dice – ma se realmente ci fosse questo ricorso lo affronteremo con la stessa serenità con cui stiamo affrontando tutte le problematiche che si presentano. La gente liberamente – prosegue – ha scelto da chi vuol essere amministrata. Turbare questa libertà con un ricorso è poco edificante e sono sicuro che la gente, azioni come questa, le rispedirà al mittente”. Dello stesso tenore il capogruppo dell’opposizione David Trimarchi: “Qualora ci fosse questa eventualità, il gruppo “Città Libera”, come sempre rispettoso delle istituzioni, accetterà ciò che il tribunale amministrativo vorrà decidere in materia, considerato però che in questo ricorso i consiglieri eletti nello nostra lista sono parte lesa e subiscono anch’essi un ricorso contro la volontà legittimamente espressa dai cittadini. Certo rimango sorpreso – conclude Trimarchi – di come gente politicamente esperta come quella presente nella lista dell’avv. Lo Schiavo abbia potuto commettere un errore così grossolano”.

Leave a Response