Messina. Alluvione 2009, chiesto il processo per i diciotto indagati

MESSINA – La Procura di Messina ha chiesto il rinvio a giudizio per i diciotto indagati nell’ambito dell’inchiesta sull’alluvione del primo ottobre 2009 che ha provocò 37 morti e numerosi feriti tra Giampilieri e Scaletta Zanclea. Si tratta di amministratori locali, ex amministratori, geologi, progettisti e tecnici che il prossimo 13 luglio dovranno comparire davanti al giudice per le udienza preliminare. Omicidio colposo, disastro colposo e lesioni colpose sono le accuse contestate a vario titolo a Giuseppe Buzzanca, sindaco di Messina, all’ex commissario straordinario Gaspare Sinatra, al sindaco di Scaletta Mario Briguglio; all’ex responsabile della Protezione Civile regionale, Salvatore Cocina a Tiziana Lucchesi, Giovanni Arnone, ai geologi Alberto Pistorio, Giuseppe Rago, Salvatore Cottone, Giovanni Randazzo;  ai progettisti Francesco Triolo, Salvatore Di Blasi, Stefano Bello e Giovanni  Garufi ,agli ingegneri Felice Grasso, Carmelo Melato, Antonino Savoca.

Leave a Response