Nizza. ”Giallo politico” sul mancato inserimento nel Prg della strada per Fiumedinisi. Il sindaco Di Tommaso: ”L’ho dimenticata”

NIZZA DI SICILIA – Ha sollevato un vespaio il  botta e  risposta tra il sindaco nizzardo Giuseppe  Di Tommaso e il consigliere  provinciale Giuseppe  Lombardo di ”Sicilia Vera”  sulla vicenda della strada intercomunale Nizza di  Sicilia-Fiumedinisi, ”sparita” dalle carte del redigendo Prg del comune nizzardo è del costo stimato di oltre 10 milioni di euro stando all’ultimo progetto presentato dalla Provincia alla Regione. Sulla questione le versioni dei due politici, ovviamente, sono contrastanti: Lombardo, diplomaticamente, sostiene che l’opera viaria è stata  esclusa per il semplice motivo che alle ”buone intenzioni non sono seguiti fatti concreti” nonostante tra Nizza e Fiumedinisi esiste un accordo sul progetto risalente al 2008”; Di Tommaso, di contro, lapidario, sostiene che si è trattato di una ”semplice dimenticanza”. Per Lombardo, quella di lasciare fuori dal Prg la strada è scelta ”autolesionistica perché il finanziamento da parte della Regione sembrerebbe molto vicino”. Di Tommaso, al contrario, rassicura: ”L’amministrazione nizzarda è favorevole alla realizzazione del progetto e se non è stato inserito nel nostro nuovo schema del Prg lo si deve ad una dimenticanza ma a questo – ha aggiunto – possiamo  rimediare con un emendamento in fase di approvazione dello strumento urbanistico da parte del Consiglio. Del resto, neanche il consigliere Lombardo – rileva il sindaco di Nizza –  durante la predisposizione dello schema di massima ci aveva segnalato l’assenza della strada, pur avendo partecipato ad alcuni incontri». Su quest’ultima versione di Di Tommaso, il consigliere provinciale Lombardo sottolinea di ”non aver mai partecipato ad alcun incontro pubblico tenuto dall’amministrazione  di Nizza relativamente alla programmazione urbanistica del Comune”. E incalza: ”Ho saputo dell’esclusione della intercomunale Nizza-Fiumedinisi solo quando sono stati pubblicati gli atti ufficiali sul sito del Comune nizzardo. Non ho sollevato la questione – aggiunge – durante l’approvazione dello schema di massima, poiché solo l’adozione del Piano prevista con gli elaborati pubblicati produce effetto. Insomma, non potevo fare il processo alle intenzioni». È probabile adesso, secondo Lombardo, che il Consiglio di Nizza ”non entri nemmeno nel merito dell’adozione del Prg in quanto la maggior parte dei consiglieri è incompatibile e sarà quindi un commissario regionale ad approvare il Piano senza la possibilità di fare nessuna modifica. Se veramente a Nizza tengono ancora a questa importante opera viaria – rimarca  Lombardo – la inseriscano nel Prg prima di trasmettere gli elaborati al Consiglio». Come sia andata la vicenda, prendendo per buone le versioni di Lombardo e  Di  Tmmaso, è roba di poco conto e, comunque, sta ad altri trarne le conclusioni. Interessante sarebbe, invece, sapere se ci sia o meno la  volontà di realizzare l’opera o il perché da qualche parte non la si vuole. Il resto sono parole che non incantano le due comunità. La ”intercomunale” tra Nizza e Fiumedinisi, come prevede il  progetto, è prevista sulla sponda destra del fiume Nisi, toccando in piccola parte il  territorio nizzardo fino a contrada ”Fala”, all’altezza della zona artigianale e, una volta completata, sarebbe un’alternativa all’attuale tracciato della vecchia e poco funzionale provinciale. 

Leave a Response