S. Teresa, Savoca, Antillo, Limina, Casalvecchio, Forza d’Agrò aderiscono al ”Distretto produttivo del benessere” per ampliare l’offerta turistica attraverso il termalismo

 I comuni del Consorzio turistico Val d’Agrò (Santa Teresa Riva, Savoca, Antillo, Limina, Forza d’Agrò e Casalvecchio) hanno deciso di partecipare al «Distretto produttivo del benessere termale». L’obiettivo dichiarato è quello di dare nuovo impulso allo sviluppo economico del territorio, ampliando l’offerta turistica attraverso il termalismo. Il presidente del Cda del «Val d’Agrò», Antonia Puzzolo, era stata autorizzata dall’Assemblea dei sindaci a presentare la richiesta di partecipazione alla procedura negoziale finalizzata alla costituzione del Distretto, così come previsto dall’avviso del dirigente generale del Dipartimento regionale alle Attività produttive (pubblicato sulla Gurs 39 del 16 settembre 2011). Si tratta di un nuovo Distretto produttivo, di programmazione e sviluppo, che dovrà esprimere – attraverso soggetti pubblici e privati (enti pubblici, aziende, università, ect.) – progetti strategici settoriali. Un’aggregazione economico-territoriale capace di dare vita ad un sistema integrato di offerta, in grado di mettere in rete le risorse produttive, termali e rilanciare questo settore di eccellenza nei mercati nazionali e internazionali. Il Consorzio «Val d’Agrò» ha interesse a promuovere il proprio territorio, riconoscendo al settore, nell’ambito generale dell’offerta turistica, la capacità di realizzare una plusvalenza produttiva trainante per tutta l’economia. L’adesione del Consorzio, presieduto dal sindaco di Santa Teresa Riva, Alberto Morabito, è stata possibile grazie ad una proroga concessa dall’assessore alle Attività produttive, Marco Venturi, che ha accolto la richiesta di diversi soggetti intenzionati ad aderire al nuovo «Distretto produttivo del benessere termale». Tra questi, il Comune di Alì Terme  (sede di stabilimenti termali), l’Associazione nazionale Comuni termali, Federterme, il commissario delle Terme di Acireale, le Terme Marino di Alì Terme. Il costituendo Distretto comprenderà i territori e gli enti di 5 province: Palermo, Catania, Agrigento, Trapani e Messina.

Leave a Response