S. Teresa. Il sindaco Alberto Morabito: ”L’assessore Puglisi rschia di rimanere prigioniero di certe sirene decrepite della politica locale’

S. TERESA DI RIVA – Lunedì l’assessore ai Lavori pubblici, Salvatore Puglisi, dovrebbe rassegnare le dimissioni dall’incarico conferitogli pochi mesi addietro dal sindaco Alberto Morabito (nella foto). «Ero a conoscenza della decisione di Puglisi – sostiene il primo cittadino – perché da qualche tempo in paese c’è la stranissima abitudine di fare anticipare la lettera ufficiale dagli avversari politici, vale a dire dall’opposizione. E’ già accaduto, anche se la ritengo una pratica poco dignitosa dal punto di vista politico. Quando Puglisi formalizzerà le dimissioni daremo le giuste risposte e prenderemo i dovuti provvedimenti».
«Bisogna essere consapevoli delle proprie capacità – prosegue Morabito, riferendosi all’assessore Puglisi – per ambire a fare il candidato sindaco. Da parte di Puslisi è legittimo e affascinante aspirare alla cadidatura, ma deve però valutare se certe sollecitazioni dei nostri avversari, di certe sirene decrepite della politica locale, paesana, hanno un reale significato o, come invece ritengo, non servano solo a creare disagi. Insomma, prima di candidarsi a sindaco è opportuno vagliare se ci sono le condizioni altrimenti si rischia di cadere nel ridicolo. Certe fibrillazioni – chiude il sindaco – alla fine della legislatura appaiono in fondo… normali». A S. Teresa si vota la prossima primavera e la campagna elettorale è di fatto iniziata. Morabito si riserva la stoccata finale.

Leave a Response