S. Teresa. “Primarie per scegliere il candidato a sindaco”, proposta del circolo Pd “Impastato” agli alleati

S. TERESA – Elezioni primarie per scegliere il candidato a sindaco della coalizione anti morabito. La proposta è del circolo del Pd “Peppino Impastato” che la sottoporrà ai possibili alleati. Le primarie dovrebbero svolgersi il prossimo 8 aprile e rappresenterebbero, secondo il segretario del circolo “Impastato”, Andrea Ricciardi, un “vivo segnale incisivo di credibilità e di rilancio della classe politica dirigente del paese”. “Lo scenario politico preelettorale – ha spiegato infatti Ricciardi – sta trasmettendo nella cittadinanza disillusione nei confronti di un reale possibile rinnovamento, delusione e scarsa fiducia nella costruzione progettuale condivisa di un solido futuro economico, politico e sociale del nostro splendido paese”. Serve dunque, secondo il circolo “Peppino Impastato”, un atto di responsabilità politica. “L’opportunità data all’elettore – ha aggiunto Ricciardi – di scegliere attraverso l’elezione primaria, ancor prima delle elezioni amministrative del 2012, la figura che ambisca all’interno della propria coalizione civica a ricoprire la carica di sindaco, è un primo importante passo verso una S. Teresa di Riva realmente democratica, libera e politicamente partecipata”. Bisognerà adesso vedere come reagiranno alla proposta i possibili partner e cioè Udc, Sicilia Vera, Fli e il gruppo dell’ex sindaco Pippo Lombardo. Ogni gruppo dovrebbe esprimere un proprio candidato a sindaco per poi rimettersi alla volontà espressa dal voto. Ricciardi non fa nomi. “Per coalizione – spiega – intendiamo l’insieme di partiti politici, di associazioni e componenti della società civile che condividono obiettivi e finalità comuni volti a migliorare il paese. Attraverso la sottoscrizione di un regolamento e di un programma di linee guida condiviso, i rappresentanti delle forze politiche della coalizione civica farebbero prevalere le ragioni della loro unità intorno ad una autorevole leadership, portatrice di un programma condiviso, espressione di un progetto di cambiamento di cui il paese ha estremamente bisogno”.

Leave a Response