Premio città di Taormina, la “Centauressa” assegnata a Filistad, Scimone, Martorana e alle Suore Francescane

TAORMINA – Il palazzo dei Congressi gremito per l’occasione ha ospitato la quarta edizione del “Premio Città di Taormina”. La stauetta della Centauressa, simbolo della Perla, quest’anno è stata assegnata al tenore Aldo Filistad, ad Egisto Scimone (fratello del “mitico” Chico e protagonista degli “anni d’oro” di Taormina nelle notti de “La Giara”), alle Suore Francescane Missionarie di Maria e a Salvatore Martorana, storico albergatore taorminese. Personalità, queste, che con il loro impegno hanno contribuito ad elevare l’immagine della “Perla dello Jonio” in Italia e nel mondo. L’evento, organizzato dal Comune di Taormina e nella fattispecie a cura della presidenza del Consiglio (sovrintesa da Eugenio Raneri), è stato curato nei minimi dettagli. Nel giorno dell’epifania, la cerimonia ha aperto le danze con una befana d’eccezione, il comico Sbirula che, nei panni della vecchietta con le scarpe rotte, si è impadronito della scena travolgendo tutti con la sua inarrestabile simpatia. Hanno partecipato all’evento Saretto Bambara e numerose autorità politiche tra cui il sindaco di Taormina Mauro Passalacqua, il presidente del Consiglio Eugenio Raneri, e il suo vice Antonio D’Aveni e l’assessore al turismo Italo Mennella. Il timone della manifestazione è statao affidato a Daniela Di Leo. Ad allietare la serata sono stati i brani eseguiti dall’orchestra a plettro (diretta dal maestro Antonino Pellitteri) il Coro Francescano, e le brillanti performance dei ragazzi dell’Associazione Danza Taormina. E nel corso del premio c’è stato anche spazio per le emozioni con il momento dedicato al  “Progetto Corazon”. In rappresentanza c’erano il dottor Dario Salvo, l’Associazione Imprenditori per Taormina e l’Associazione “Arte&Cultura a Taormina”. Il cantante Daniel Zappa ha eseguito un brano dedicato all’ambizioso pregetto che organizza missioni all’estero in favore dei piccoli cardiopatici in attesa di intervento chirurgico. A fare da coreografia sono stati dei bambini che tenendosi per mano hanno formato un ponte immaginario con El Salvador. Nel corso della manifestazione assegnato il “Premio Enrico Lo Turco” 2011 (a cura dell’Associazione Albergatori di Taormina) a Francesco Moschella, albergatore taorminese anche lui protagonista negli “anni d’oro” della città. Consegnata anche una Borsa di Studio in memoria di Flaviana Ferri, compianta figura di rilievo della storia recente di Taormina. Una serata che è girata inotrno a due protagoniste assolute; la taorminesità e la cultura. A chiudere la manifestazione è stato il comico Sbirula, che abbandonando i panni da befana ha vestito quelli dell’intramontabile Liza Minnelli

Leave a Response