Itala. Autostrada Me-Ct, il sindaco Miceli propone uno svincolo in alternativa alle bretelle d’emergenza in contrada Livito

ITALA – Le bretelle di collegamento tra la Statale 114 e l’autostrada Messina-Catania hanno ottenuto la copertura finanziaria per la realizzazione. All’annuncio ufficiale dell’ing. Pietro Lo Monaco, capo del Dipartimento regionale della Protezione civile, ha fatto seguito una controproposta del sindaco di Itala, Antonio Miceli. «Abbiamo accolto con soddisfazione la notizia, ma a nostro avviso – sostiene il primo cittadino – è possibile rilanciare». A suo dire potrebbero essere apportati notevoli miglioramenti al progetto originario «e giungere alla costruzione di un vero e proprio svincolo autostradale, nella stessa area individuata in contrada Livito». L’elaborato redatto dai tecnici del suo Comune ha già ottenuto il parere positivo del Consorzio per le autostrade siciliane e dell’Anas. «L’unico ostacolo – sottolinea Miceli – è rappresentato dai maggiori costi. Le bretelle di emergenza hanno un costo di circa 580mila euro, mentre per lo svincolo ci vorrebbe un milione e mezzo di euro. Per discutere della questione – prosegue il sindaco di Itala – promuoverò a breve una tavola rotonda con i rappresentanti della Protezione civile e della Regione Sicilia, proprio allo scopo di trovare un’ulteriore copertura finanziaria». Miceli si dice certo che l’eventuale realizzazione dell’opera «consentirebbe un reale sviluppo del territorio. E’ necessario però uno sforzo economico della Protezione civile, della presidenza della Regione e del Consorzio per le autostrade siciliane. Il Comune di Itala è anche disposto a finanziare parte del progetto. L’importante infrastruttura – conclude il sindaco – consentirebbe di alleviare agli abitanti di Scaletta Zanclea e Itala gli enormi disagi cui vanno incontro ogni qualvolta la Strada statale 114 viene chiusa per lavori di messa in sicurezza o per frane che interessano Capo Scaletta e Capo Alì, come già accaduto in passato, determinando l’isolamento dei due centri jonici».

Leave a Response