Messina. Ricompense e benemerenze a 19 carabinieri distintisi per azioni meritorie. Medaglia di bronzo al maresciallo Zinna di Forza d’Agrò

Consegnate dal comandante provinciale dell’Arma Claudio Domizi (nella foto)

MESSINA – Nella caserma “Antonino Bonsignore”, sede del Comando provinciale carabinieri di Messina, il comandante provinciale carabinieri di Messina, colonnello Claudio Domizi ha consegnato attestati di benemerenze ad alcuni militari dell’Arma. Alla presenza dei comandanti delle Compagnie di Messina Centro, Messina Sud e di Milazzo, sono stati consegnati quattro Encomi semplici del Comando Legione carabinieri “Sicilia” ed un Encomio semplice del Comando Legione carabinieri “Friuli Venezia Giulia”, a militari dell’Arma che si sono distinti nell’attività del servizio istituzionale, nonché tredici Medaglie Militari “al merito di lungo comando” (onorificenza conferita dal ministro della Difesa ai comandanti che abbiano raggiunto globalmente il periodo di 20 anni (oro), 15 anni (argento) e 10 anni (bronzo) di comando di reparto, ed un diploma di conferimento della “Medaglia Mauriziana” (alta onorificenza al merito di dieci lustri di carriera militare, conferita con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del ministro della Difesa).
Nel corso della cerimonia, il colonnello Domizi ha evidenziato l’azione meritoria del personale dell’Arma premiato, ed in particolare:  di tre militari, tutti in servizio presso la stazione carabinieri di Villafranca Tirrena, i quali, il 10 giugno 2003, intervennero a causa di un pericoloso incendio divampato in un’abitazione ubicata al piano terra nella via Baronia del comune di Villafranca Tirrena, al cui interno si trovava una persona. Nella circostanza, i tre militari, raggiunto prontamente l’appartamento, all’interno del quale frattanto si era formata una densa coltre di fumo, dopo avere parzialmente domato le fiamme, si introducevano all’interno della camera da letto ritrovando una persona che con il corpo completamente annerito dal fumo, aveva perso i sensi a causa dei fumi inalati. Immediatamente soccorso, l’uomo, un 43enne di nazionalità polacca, veniva portato all’esterno dell’abitazione ed affidato alle cure dei sanitari del 118. L’encomio è stato consegnato al maresciallo Claudio Storia, al brigadiere capo Carmelo La Marca e all’appuntato scelto Marco Serra;  di un brigadiere, in servizio presso la stazione carabinieri di Milazzo, il quale, il 1° dicembre 1996, poco dopo le ore 7,30 del mattino, intervenne presso un’abitazione ubicata al piano terra nella via Case Alesci del comune di Barcellona Pozzo di Gotto dove, causa una fuga di gas dal vano cucina, era divampato un incendio. Nella circostanza, il brigadiere dell’Arma riusciva, da solo, a trarre in salvo gli occupanti dell’abitazione, un uomo di 52 anni e la moglie, i quali, impauriti dall’intensità dell’incendio, erano rimasti bloccati all’interno dell’appartamento. Il brigadiere, il quale nel corso dell’attività di soccorso riportava alcune contusioni agli arti superiori, riusciva comunque a trarre in salvo i due congiunti, affidandoli poi alle cure dei sanitari. L’encomio è stato consegnato al brigadiere Carmelo Ilacqua; attestato anche per il comandante della Compagnia carabinieri di Milazzo, Antonio Ruotolo che, all’epoca dei fatti, ricopriva l’incarico di comandante del Norm della Compagnia carabinieri di Udine, il quale si è distinto nella direzione e nel coordinamento di una complessa ed articolata attività di indagine antidroga, sviluppata tra i territori dei comuni di Padova e Milano e la Slovenia, tra il mese di giugno 2008 ed il mese di dicembre 2010, e che ha consentito di disarticolare una complessa rete di spaccio di sostanze stupefacenti composta da cittadini italiani ed extracomunitari. Nel corso delle indagini, i carabinieri procedevano al sequestro di quasi 10 kg. di droga, in particolare “eroina” e “marijuana”. Il comandante provinciale ha quindi proceduto alla consegna delle medaglie al luogotenente Antonio Lombardo, comandante del Nucleo Tribunali di Messina, del diploma di conferimento della “Medaglia Mauriziana”, alta onorificenza al merito di dieci lustri di carriera militare, nonché alla consegna di tredici medaglie militari “al merito di lungo comando”, di cui: una medaglia d’oro (20 anni), concessa al luogotenente Rocco Romeo, comandante della Stazione carabinieri di San Filippo del Mela; otto medaglie d’argento (15 anni), concesse ai seguenti militari: luogotenente Placido Costa, comandante del Nucleo carabinieri Banca d’Italia di Messina;  Luogotenente Giovanni Silvestro, comandante Stazione carabinieri di Santa Lucia del Mela;  luogotenente, in congedo, Salvatore Guastella, già capo del laboratorio telematico di Messina; maresciallo Salvatore Antioco, comandante del Nucleo subacquei carabinieri di Messina; maresciallo Filippo Battaglia, comandante della Stazione carabinieri di Tortorici; maresciallo Luigi  Morabito, comandante della Stazione carabinieri di Terme Vigliatore; maresciallo capo Enzo RE, comandante del Nucleo comando della Compagnia carabinieri di Mistretta; maresciallo capo Mario Silvestro, comandante della Stazione carabinieri San Pier Niceto;  quattro medaglie di bronzo (10 anni), concesse al maresciallo Maurizio Zinna, comandante della Stazione carabinieri di Forza d’Agrò; maresciallo capo Sebastiano Abbadessa, comandante Stazione carabinieri di San Piero Patti; maresciallo capo Carmelo Carbone, comandante della Stazione carabinieri di Fondachello Valdina; maresciallo capo Massimo Morgillo, comandante Stazione carabinieri di Castanea delle Furie (Messina).

Leave a Response