Il torrente Savoca una minaccia per S. Teresa e Furci, necessari interventi urgenti per scongiurare il rischio esondazione

SAVOCA – Condizioni a rischio del torrente Savoca, il cui alveo si è innalzato a tal punto da superare i terreni circostanti. A rischio allagamento, in caso di piena, ci sono i centri abitati di Santa Teresa Riva e Furci, separati dal corso d’acqua. «Per salvaguardare l’incolumità dei cittadini e delle attività commerciali ed imprenditoriali della zona – ha spiegato il capogruppo dell’Udc alla Provincia, Matteo Francilia – è necessario procedere ad una mirata progettazione dei lavori più urgenti da eseguire, abbassando l’alveo del torrente per liberarlo dai detriti che impediscono il naturale percorso dell’acqua e provocano continui danni». Francilia lancia poi una proposta. «Gran parte del materiale di risulta – ha aggiunto il consigliere provinciale -, opportunamente analizzato dagli enti competenti, potrebbe essere riutilizzato per il ripascimento delle nostre coste». Francilia ha inviato una nota urgente al presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, all’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Lino Monea e al dirigente provinciale della Protezione civile, Giuseppe Celi, in merito alla necessità di intervenire celermente presso gli organi competenti per la messa in sicurezza del torrente. «E’ scandaloso – ha concluso – che non si possa toccare un granello di sabbia dei nostri torrenti nonostante l’alveo, come nel caso del torrente Savoca, sia molto alto».

Leave a Response