Messina. Ha confessato l’uomo che ha sferrato un pugno al titolare di un bar che adesso è in coma al Policlinico

MESSINA – La polizia di Messina ha denunciato un uomo di 40 anni, G. F., con l’accusa di lesioni gravi. L’uomo ieri ha confessato di aver colpito con un pugno il titolare del bar ”Marylin” di Messina dopo che quest’ultimo aveva rimproverato suo nipote di 14 anni. Il titolare del bar è in coma farmacologico al Policlinico per una emorragia celebrale. Stando alla ricostruzione della polizia sembra che il ragazzo avesse chiesto un bicchiere d’acqua al titolare del bar e quest’ultimo borbottando lo avrebbe rimproverato dandogli però l’acqua. Il ragazzino si sarebbe lamentato con lo zio del modo in cui era stato trattato e quest’ultimo è andato nel bar dove è cominciato il litigio col titolare, G.G., 65 anni.

Leave a Response