S. Teresa. Prg, l’opposizione chiede chiarezza: “interrogati” sindaco e assessore all’urbanistica

S. TERESA – “Prima le dichiarazioni trionfalistiche, di successo. Poi la brusca frenata. L’ennesimo stop sul Piano regolatore generale, a dire del sindaco Alberto Morabito e dall’assessore all’Urbanistica Natale Rigano, sarebbe frutto di nuovi ed improvvisi impedimenti. Sul Prg di S. Teresa è giunto il momento di fare chiarezza”. Sono le parole del capogruppo di Futuro e Libertà per l’Italia Roberto Moschella che ieri, insieme al capogruppo di “Sicilia Vera”, Fabio Palella, ha depositato in municipio una interrogazione, articolata in cinque punti. I due schieramenti di opposizione chiedono innanzitutto al primo cittadino e al suo assessore “se agli atti del Comune risulta la nomina di un commissario ad acta per gli adempimenti sul Prg e se i progettisti incaricati hanno rispettato i tempi di consegna previsti dal disciplinare d’incarico”. Se tali tempi non fossero stati rispettati, si chiede “quali siano state le motivazioni”. L’attenzione viene quindi puntata sull’ultimo nodo, che nelle scorse settimane ha nuovamente bloccato l’iter dello strumento urbanistico: la Valutazione ambientale strategica (Vas). Sembrava che non ve ne fosse bisogno ma poi  si scoprì che invece era necessaria. La minoranza vuol sapere dal sindaco “se e quando è venuto a conoscenza della circolare esplicativa dell’assessorato regionale Territorio ed Ambiente del 5 agosto scorso e se sono state già avviate le procedure per la progettazione sulla Vas”.

Leave a Response