Messina. Ricettazione e detenzione illegale di armi, in manette madre e figlio

MESSINA – La polizia ha eseguito a Messina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Gaetano Celeste, 43 anni e della madre Caterina Mendolia, 63 anni con l’accusa di ricettazione e detenzione illegale di armi. Nella loro abitazione e nei loro garage gli agenti hanno trovato un ordigno artigianale, noto come I. E. D. (Improvised Esplosive Device) una cartuccia da guerra con proiettile esplosivo tracciante, due fucili calibro 32 Gauge con matricole abrase, quindici chili di polvere da sparo, calci, canne e blocchi otturatori, parti di fucili e carabine. I poliziotti oltre alle armi hanno trovato un laboratorio di un’armeria dotato di tutta l’attrezzatura e i macchinari idonei per ricaricare e confezionare cartucce di vario tipo, modificare e assemblare artigianalmente canne da fucile.

Leave a Response