Pagliara. Dimissioni Laganà, l’opposizione incalza: “E’ il fallimento dell’Amministrazione”

PAGLIARA – Si schiudono nuovi scenari politici a Pagliara, a meno di un anno dalla tornata elettorale per il rinnovo dell’amministrazione comunale. A dare la “scossa”, le dimissioni del capogruppo di maggioranza Pietro Laganà. “La verità – sostiene il consigliere di minoranza ed ex sindaco, Mimmo Prestipino – è che la maggioranza si è sciolta sotto il caldo sole ferragostano. E che il gruppo non è più sorretto dalla maggioranza che nel 2007 aveva portato alla vittoria la coalizione che si basava sull’asse Santino Di Bella-Sebastiano Gugliotta, ovvero sindaco e presidente del Consiglio”. Le dimissioni di Laganà sono giunte al termine dell’ultima riunione del civico consesso, in seguito alla bocciatura di due emendamenti proposti dallo stesso. Nello specifico si trattava dell’inserimento fra le somme da spendere nel 2011 di 5mila euro per la manutenzione delle strade agricole e 5mila per la manutenzione della canonica della chiesa S. Lucia della frazione Rocchenere. Laganà riteneva tali interventi più importanti delle spese per manifestazioni o indennità di carica degli amministratori. Gli esponenti di minoranza del gruppo “Risveglio” (Mimmo Prestipino, Andrea Pitrolo e Rosario Totaro) hanno evidenziato in una nota che “la maggioranza nell’ultima seduta è stata tenuta in piedi dall’ex consigliere di minoranza Adeli Spadaro, ormai stabile… stampella”. Prestipino si sofferma poi sull’aspetto politico della questione: “Da più di un anno si vociferava, in particolare da parte di ex sostenitori del duo Di bella – Gugliotta, che vi fossero segnali inequivocabili di grandi malesseri all’interno della maggioranza. Quelle voci – chiosa Prestipino – hanno preso corpo durante l’ultimo Consiglio comunale, peraltro convocato in contemporanea ai festeggiamenti in onore di S.Lucia, nella frazione Rocchenere. Che bisogno c’era? – si chiede Prestipino – forse si voleva nascondere qualcosa ai cittadini di Pagliara?”. Ad avviso di Pitrolo, Totaro e Prestipino “Le dimissioni di Laganà sanciscono di fatto il fallimento dell’amministrazione in carica. Pagliara è ormai proiettata alle prossime elezioni del 2012”.

Leave a Response