Piano strade provinciale, a 4 anni dal finanziamento ancora non spesi 8 milioni di euro

MESSINA – “A quattro anni dal finanziamento dal Ministero delle Infrastrutture per la rete stradale provinciale ci sono ancora 8 milioni di euro non spesi. Tre di questi rischiamo di doverli restituire”. Il grido d’allarme è stato lanciato dal consigliere provinciale di “Sicilia Vera”, Giuseppe Lombardo, presidente della terza commissione, che  ha presentato un’interrogazione urgente all’assessore ai Lavori Pubblici Linea Monea e, per conoscenza, al presidente Nanni Ricevuto. Lombardo vuole conoscere l’iter amministrativo che riguarda alcuni dei progetti inseriti nel “Piano per gli interventi di ammodernamento e potenziamento della viabilità secondaria  nelle regioni Sicilia e Calabria”. Due di questi riguardano la zona jonica e nello specifico la Sp25 Roccalumera-Mandanici, dove è prevista la realizzazione di una galleria paramassi (2.785.000 euro) e la Sp 19 al Km 10+500 Casalvecchio-Antillo (500mila euro).  “Si è reso necessario – spiega Lombardo – presentare un’interrogazione per conoscere il livello di progettazione degli interventi e l’iter amministrativo, considerato che alcuni degli stessi al momento della presentazione del Piano erano ancora a livello preliminare. Inoltre, il finanziamento che riguarda la realizzazione dalla galleria sulla Roccalumera-Mandanici rischia di essere compromesso a causa della negligenza dell’ufficio tecnico retto dall’ing. Giuseppe Celi. Ufficio – aggiunge Lombardo – che ha modificato il Ptop, cambiando la tipologia dell’intervento, prevedendo al posto della galleria la realizzazione di un intervento di mitigazione del rischio di caduta massi con la collocazione di reti tiranti. Se non avrò risposta entro il prossimo 22 agosto, quando è in programma la discussione in Consiglio del Ptop, chiederò l’intervento degli ispettori ministeriali e regionali per un Piano che è partito male e rischia di finire peggio. Basta considerare che i 52.500.000 destinati alla Provincia di Messina risalgono al Decreto Interministeriale del 13 luglio 2007 e dopo 4 anni e 5 rimodulazioni ci sono ancora circa 8 milioni di euro non spesi, dei quali tre – conclude Lombardo – rischiano di dover essere restituiti”.

Leave a Response