Messina. Operazione “Gramigna”, eseguite dai carabinieri altre 3 ordinanze di custodia cautelare

MESSINA – I Carabinieri del Nucleo investigativo di Catania unitamente a quelli di Messina, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Messina, nei confronti di Pietro Paolo Castelli, 26enne catanese, Domenico Coglitore, 30 anni,  catanese residente a Misterbianco, e Sebastiano Strano, 50 anni di Giarre residente a Riposto, tutti già noti alle forze dell’ordine, per detenzione di sostanze stupefacenti e armi da fuoco in concorso. Il provvedimento restrittivo scaturisce dall’indagine “Gramigna” svolta dai militari dell’Arma di Messina che il 22 luglio scorso ha portato all’arresto di 40 persone, presunti esponenti dei clan mafiosi operanti nei rioni di Giostra e Camaro nel capoluogo peloritano. L’ordinanza è stata notificata a Castelli presso la propria abitazione, ove lo stesso si trovava poiché sottoposto al regime degli arresti domiciliari, mentre a Coglitore e Strano è stata notificata presso le carceri di Catania Piazza Lanza, dove gli stessi sono ristretti per altra causa. L’arrestato, concluse le formalità di rito, è stato associato presso la Casa circondariale di Catania Bicocca  a disposizione del’’Autorità giudiziaria competente.       

Leave a Response