Unitre di S. Teresa, concluso l’anno accademico. Il bilancio del presidente Carmelo Duro

ROCCALUMERA – E’ calato il sipario sull’anno accademico dell’Unitre, Università delle Tre Età di Santa Teresa di Riva. Nell’ambito di un incontro tenuto all’Antica Filanda di Roccalumera, il giornalista Carmelo Duro, presidente di Unitre, ha illustrato la relazione conclusiva. Duro non poteva che ricordare le dolorose perdite del prof. Nino Nicotra, suo predecessore, del poeta Nino Parisi e dell’avv. Santino Famulari. Il presidente si è poi  soffermato sui programmi svolti e sulla elevata qualità dei docenti ed ha sottolineato come sia stato onorato il 150. dell’Unità d’Italia con ben otto incontri. A questo proposito ha evidenziato quello che ha definito il “fiore all’occhiello” dell’Unitre santateresina, il monumento posto a Capo S. Alessio che ricorda la ricorrenza e, in particolare, lo scrittore garibaldino ligure Giuseppe Cesare Abba che scrisse una meravigliosa pagina sul castello. Per quanto riguarda il prossimo anno accademico, Duro ha indicato alcune linee di massima sulle tematiche di programma. Verrà dato ampio spazio alla letteratura locale e al nostro dialetto. In agosto l’Unitre, come per gli anni passati, organizzerà il “Torneo di scacchi e dama” a Santa Teresa.
Ma l’aspetto più innovativo è stato riservato alla partecipazione di discenti di tutte le età, le “Tre Età” appunto. Duro si è detto certo della partecipazione nel prossimo anno di studenti dei Licei e degli Istituti professionali. Anzi, per incoraggiare la partecipazione l’Unitre bandirà un concorso di narrativa a tema libero. Il tesoriere Francesca Pizzolo Faranda ha poi fatto un resoconto economico dell’associazione, prima degli interventi del prof. Franco Campailla, direttore dei Corsi, della prof.ssa Ninuccia Foti, consigliere, di Martino Di Simo, del dott. Angelo Garufi, e delle prof.sse Maria Garufi e Dora Lo Re che hanno assicurato la partecipazione di studenti dello loro scuole.
Dopo la proiezione di immagini e filmati sugli avvenimenti  nell’anno accademico, curati dal vicepresidente, prof. Sebastiano Di Bella, sono stati consegnati gli attestati di frequenza.

Leave a Response