S. Teresa. Prevenzione incendi, disposto il divieto di accendere fuochi fino al 15 ottobre

S. TERESA DI RIVA – Lotta agli incendi e pulizia dei fondi incolti. Si muove su queste due direttive l’ordinanza del sindaco Alberto Morabito (la n. 71/2011) che dispone nuove regole per le “modalità di impiego di fuochi controllati nelle attività agricole del territorio comunale”. Il primo cittadino sottolinea che la stagione estiva comporta un alto pericolo di incendi nei terreni incolti con conseguente grave pericolo per l’incolumità pubblica e riflessi negativi sulle aree già vulnerate dal dissesto idrogeologico. Per questo motivo, il sindaco ha ordinato, nel periodo compreso tra il 15 giugno e il 15 ottobre 2011, il divieto assoluto di “accendere fuochi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli o altro, usare fornelli inceneritori che producono faville in boschi e terreni cespugliati, bruciare stoppie, materiale erbaceo e sterpaglie” in prossimità di boschi, terreni agrari, lungo tutte le strade ricadenti sul territorio comunale. Chiunque debba accendere un fuoco per la pulizia dei fondi, dovrà preventivamente essere autorizzato dagli organi competenti. Inoltre, i proprietari di terreni, aree verdi urbane o abitazioni con giardini, dovranno provvedere alla manutenzione dell’area, rimuovendo a proprie spese la vegetazione che possa veicolare un incendio. In caso contrario si incorrerà in una multa di 150 euro, mentre in presenza di procurato incendio le sanzioni varieranno da 1.032 a 10.329 euro.

Leave a Response