Savoca. Inaugurata scultura del maestro Ucchino in onore delle vittime della mafia

SAVOCA – Una scultura dedicata a Rocco Chinnici, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e a tutti i caduti in difesa della giustizia e della libertà. L’opera, intitolata “Luna crescente” e realizzata dal maestro Nino Ucchino, è stata collocata a Savoca in piazza D’Annunzio, proprio di fronte al palazzo municipale. E’ stata voluta dall’Amministrazione comunale del sindaco Nino Bartolotta. “Abbiamo voluto contribuire – ha detto Bartolotta – a sensibilizzare la società civile in merito alla problematica del fenomeno mafioso ed ai valori fondamentali di legalità, giustizia e libertà; ciò, ha aggiunto il sindaco, è motivazione forte e sentita, per rendere onore ai tanti “eroi” caduti per la patria, per lo Stato e per non far morire la speranza di un futuro migliore”.
Alla cerimonia di inaugurazione della scultura erano presenti, tra gli altri, i deputati nazionali Francantonio Genovese e Carmelo Briguglio, i deputati regionali Franco Rinaldi e Pippo Currenti, l’assessore regionale Mario Centorrino, il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, Claudio Domizzi, i sostituti procuratori della Dda Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo, il comandante della Guardia di Finanza taorminese Sergio Commendatore, rappresentanti della Capitaneria di Porto, del Corpo Forestale, dell’Esercito, il vicario foraneo padre Gerry Currò, che ha portato il saluto dell’arcivescovo mons. Calogero La Piana, sindaci e amministratori del comprensorio. Al tavolo del relatori – coordinato dalla prof.ssa Francesca Gullotta – il sindaco di Savoca Nino Bartolotta, l’assessore regionale delle Autonomie locali Caterina Chinnici, l’europarlamentare Rosario Crocetta, il critico d’arte Francesco Gallo e il Prefetto Francesco Alecci. E’ stato proprio quest’ultimo a scoprire la scultura. Uno scrosciante applauso ha sancito una giornata che la comunità savocese ricorderà a lungo.

Leave a Response